Home Sociale Immigrazione in provincia, crescono gli stranieri

Immigrazione in provincia, crescono gli stranieri

In un solo anno, tra il 2000 e il 2001, la presenza di cittadini stranieri a Modena è cresciuta del 17,2 per cento raggiungendo le 29.933 unità (16.673 uomini, 13.260 donne), una crescita più “rapida” rispetto a quella nazionale che è stata del 15 per cento. Gli stranieri oggi rappresentano il 4,7 per cento della popolazione modenese e sono diffusi un po’ in tutto il territorio provinciale. Solo dieci anni fa la metà risiedeva nel capoluogo, oggi la quota è scesa al 35 per cento anche se gli stranieri hanno ormai superato i 10 mila.


E’ la fotografia del fenomeno immigrazione che emerge dai dati dell’Osservatorio demografico curato dal servizio Statistica della Provincia aggiornati al primo gennaio 2002. Il flusso più consistente di stranieri è arrivato dall’estero (3.632 nuovi ingressi nel corso del 2001), ma sono molti anche gli stranieri che si spostano da comune a comune, mentre i nuovi nati sono stati 747 (i morti 35). La maggior parte degli stranieri, abita nei centri principali, ma è nella pianura e in alcune zone dell’Appennino che la loro presenza sta progressivamente aumentando. A Modena gli stranieri residenti sono 10.509 e corrispondo al 5,9 per cento sulla popolazione. A Carpi sono 2.715 (4,4 per cento sulla popolazione), a Sassuolo 1.980 (4,8 per cento), a Formigine 1.033 (3,4 per cento), a Mirandola 1.082 (4,9 per cento), a Vignola 962 (4,5 per cento), a Castelfranco 898 (3,5 per cento).
La popolazione più rappresentata sul modenese è quella marocchina con 8.300 persone (3.292 sono donne) con 987 nuovi arrivi tra il 2002 e il 2001 e una diffusione omogenea in tutto il territorio. Proprio come la comunità tunisina che conta 2.833 persone (927 donne). I ghanesi sono 2.668 (1.047 donne) e i nuclei più importanti sono a Modena (1.312), Sassuolo (222) e Nonantola dove le 168 persone della comunità rappresentano circa un terzo di tutti gli stranieri residenti. Gli albanesi, con 2.531 persone (995 donne), sono la quarta nazionalità in provincia e tra il 2000 e il 2001 la loro presenza è aumentata del 31 per cento (più 604 persone) e risulta abbastanza omogenea sul territorio. I nuclei maggiori sono a Modena (879), a Sassuolo (187) e a Vignola (152). Al quinto posto delle presenze ci sono i cinesi: 1.539 persone (723 donne) che hanno scelto prevalentemente la Bassa e hanno come “capitale” Mirandola: 338 residenti. Uno straniero su quattro in provincia di Modena è minorenne: sono infatti 7.458 (3.832 maschi e 3.626 donne) gli stranieri under 18 residenti al primo gennaio 2002, pari al 24,9 per cento della popolazione straniera. In ben dieci comuni, inoltre, la quota di minorenni è ancora più alta, intorno al 30 per cento: a Bomporto, Camposanto, Novi, Palagano, Prignano, San Felice, San Possidonio, San Prospero, Serramazzoni e Zocca è minorenne uno straniero su tre.