Home Trasporti Ferrovie: multa da oggi a chi viaggia senza convalida

Ferrovie: multa da oggi a chi viaggia senza convalida


Da oggi primo novembre chi salirà sul
treno senza un biglietto valido e convalidato rischierà una
sanzione di 25 euro oltre al prezzo del biglietto nel caso di
assenza di titolo di viaggio.

La multa decisa dal primo ottobre
entrerà in vigore dal primo novembre con l’obiettivo di rispettare il 95% dei viaggiatori che paga
regolarmente il biglietto e far fronte al fenomeno dell’evasione
che nel solo 2003 ha provocato una perdita finanziaria per
l’azienda di oltre 131 milioni di euro.


L’obbligo della convalida del biglietto vale per tutti i viaggiatori, ma la sanzione non potrà scattare
nei casi dei treni regionali per i quali le Regioni hanno
potestà amministrativa e hanno fatto una eccezione, come accaduto per la
Campania e la Toscana. La sanzione non potrà scattare anche nei
confronti di chi presenta un biglietto Eurostar perché, avendo
bisogno di una prenotazione per essere emessi, non hanno bisogno
di essere convalidati. Tutti gli altri biglietti (esclusi quelli
elettronici) vanno convalidati alle apposite macchinette alle
stazioni. Nessuna altra convalida è possibile, neanche quella
“manuale” scrivendo il giorno di partenza sul biglietto, è
valida.


Trenitalia ricorda che ci sono circa 8.000 punti vendita di
biglietti – tra sportelli in stazione, macchine automatiche,
agenzie ecc. – oltre alla possibilità di comprare il titolo di
viaggio via internet e al telefono (892021). Migliaia sono anche
le macchinette per obliterare il biglietto nelle stazioni.

Dal oggi inoltre, sottolinea ancora l’azienda, arriveranno
nelle stazioni le biglietterie veloci con sportelli ad hoc per
chi deve acquistare il biglietto per un treno che parte nei 15
minuti successivi all’emissione. Per chi vuole partire in fretta
per ora le biglietterie ad hoc saranno attivate a Roma Termini,
Napoli centrale, Firenze Santa Maria Novella, Bologna e Milano.
Contro la sanzione decisa da Trenitalia intanto hanno deciso
di mobilitarsi i consumatori. L’Intesaconsumatori e il
coordinamento dei pendolari hanno chiamato nei giorni scorsi
“tutti gli utenti a controllare e segnalare tutte le anomalie
del servizio ferroviario”.