Home Scuola Università: cofinanziamento progetti a sostegno internazionalizzazione

Università: cofinanziamento progetti a sostegno internazionalizzazione

Quindici milioni di euro di co-finanziamento per promuovere l’internazionalizzazione delle università italiane: in attuazione del decreto ministeriale del 5 agosto 2004 n. 262, “Programmazione del sistema universitario per il triennio 2004-2006, art. 23 – Internazionalizzazione”, il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca sostiene progetti finalizzati all’accrescimento del sistema formativo e di ricerca e al potenziamento della competitività degli atenei sul piano internazionale.


“Quest’anno va registrato un significativo aumento delle risorse disponibili, pari al 50 per cento rispetto alla precedente programmazione”, ha detto il Ministro Letizia Moratti. “L’azione, oltre a corrispondere agli impegni assunti a Lisbona nel 2000 e nell’ambito del Processo di Bologna, sottolinea la forte interazione esistente tra gli obiettivi strategici identificati per il sistema universitario nazionale, lo sviluppo dell’attività di collaborazione internazionale e le priorità di politica estera dell’Italia”.

Il decreto ministeriale contempla espressamente, all’art. 23, le nuove linee attraverso cui si articolano le azioni di internazionalizzazione delle Università: ad esse sono destinati complessivamente 15 milioni di euro in regime di cofinanziamento e fino al 50% dei costi.
Tre le tipologie di progetti ammessi al cofinanziamento:
-progettazione e realizzazione congiunte, su base di reciprocità, di corsi di studio di cui all’art. 3 del decreto ministeriale 3 novembre 1999, n. 509, previa stipulazione di appositi accordi o convenzioni che prevedano la partecipazione di docenti e studenti di istituzioni universitarie di almeno un altro Paese;
-iniziative finalizzate, in collaborazione con Università di altri Paesi, all’istituzione, in tali Paesi, di corsi di studio o strutture didattiche atte a valorizzare i modelli formativi delle Università italiane;
-iniziative finalizzate alla realizzazione di programmi congiunti di ricerca che prevedano la mobilità dei docenti, ricercatori, dottorandi e assegnisti di ricerca, italiani e stranieri.

I progetti, presentati dagli atenei, saranno selezionati fino all’ammontare complessivo di 15 milioni di euro per la quota ministeriale, suddivisi secondo alcune aree geografiche di prevalente interesse strategico individuate dal Ministero.
Il bando è stato aperto il 1° dicembre scorso e prevede che le richieste dovranno essere formulate e redatte entro il 28 febbraio 2005 utilizzando i moduli disponibili sul sito web del Ministero.