Home Appennino Modenese Concerti d’organo nelle chiese dell’Appennino

Concerti d’organo nelle chiese dell’Appennino

Da Fiumalbo a Marano a Vesale, stasera risuonano gli organi nelle chiese della provincia di Modena grazie alla rassegna ‘Armonie tra musica e architettura‘ proposta dalla Provincia e dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, con la direzione artistica dell’associazione ‘Amici dell’organo Johann Sebastian Bach’. Sono in programma, infatti, tre diversi concerti, tutti a ingresso gratuito e con inizio alle ore 21.


Quello di Fiumalbo è un concerto “promenade”, che si sposta cioè da una chiesa all’altra per poter utilizzare due strumenti d’eccezione: prima l’organo costruito da Domenico Traeri nel 1730 e conservato nella chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista, poi quello di Nicomede Agati (1844) nella vicina chiesa di Santa Caterina. A suonare entrambe gli strumenti sarà il maestro Umberto Forni, concertista e docente di Organo e composizione organistica al Conservatorio di Verona, con un repertorio che dal 1500 arriva fino al XVIII secolo.

A Marano, nella chiesa parrocchiale di San Lorenzo Martire, all’organo suonato da Federica Iannella si affiancherà il violoncello di Matteo Malagoli. Anche quest’organo fu costruito da Domenico Traeri ed è stato restaurato di recente nell’ambito di un programma di recupero degli antichi strumenti del territorio a opera della Provincia di Modena.

Il terzo e ultimo concerto in programma venerdì 5 agosto avrà come scenario la chiesa parrocchiale di San Giorgio a Vesale di Sestola. L’organo costruito nel 1771 da Agostino Traeri verrà suonato dal maestro Guido Donati, docente al Conservatorio di Torino, concertista e compositore. Il repertorio spazierà da Gabrieli e Frescobaldi fino all’Ottocento.