Home Ambiente Legambiente: no agli invasi del Muraglione sul Secchia

Legambiente: no agli invasi del Muraglione sul Secchia

“Hanno ragione gli abitanto del Comune di Baiso e gli Amministratori ad opporsi al progetto degli invasi in località Muraglione sul Secchia – dichiara Massimo Becchi, Presidente della Legambiente di Reggio Emilia – visto che i problemi del Secchia, a nostro avviso, vanno affrontati in modo completamente divero”.

“I danni causati dalla briglia di Castellarano e il paesaggio lunare del greto del fiume da Sassuolo a Rubiera è un esempio di come non si doveva gestire un fiume, solo oggetto di attenzione per i cavatori di ghiaia e per chi voleva acqua. Il risultato è stato negli anni il peggior caso di dissesto di un torrente nella nostra realtà regionale. Prevdere ora di creare deghli invasi è prematuro e fuori luogo: infatti prima occorre definire che cosa vogliamo fare del Secchia e poi se fare altri interventi”.

“Le tecniche di risparmio irriguo già adottato in via sperimentale in alcune aree del bolognese – aggiunge Becchi -dovrebbero essere la via per allevaire i problemi irrigui dell’agricoltura, che altrimenti è destinata a diventare sempre più idroesigente. L’intervento sul Secchia ci sembra più un ennesimo tentativo di portare a casa ghiaia (l’oro grigio) che una efficace soluzione ai problemi irrigui della nostra provincia”.