Home Modena Modena: Orlando risponde ad interrogazione sulle auto comunali

Modena: Orlando risponde ad interrogazione sulle auto comunali

“I veicoli del parco comunale che non possono circolare in base alle limitazioni previste dal lunedì al venerdì dalle 8,30 alle 18,30 sono complessivamente 9. Relativamente al blocco del giovedì, invece, i veicoli in deroga sono complessivamente 137 (includendo anche i diesel euro 4 e i veicoli elettrici), mentre 114 sono i veicoli che non possono circolare, pari al 45% del parco mezzi comunale. Il 55%, perciò, non è soggetto al blocco del traffico”.

Lo ha ricordato nel corso del Consiglio comunale l’assessore alle Politiche ambientali Giovanni Franco Orlando, rispondendo ad un’interrogazione di Mauro Manfredini (Lega Nord) con cui si chiedeva se “le auto di proprietà dell’amministrazione soggette al blocco siano previste tra quelle in deroga” e “quante autovetture di proprietà dell’Amministrazione siano in grado di circolare in caso di blocco”.

Manfredini, infine, chiedeva anche se fosse in previsione di sostituire le auto che non possono circolare. Orlando, scendendo nel dettagli ha spiegato che “il parco veicoli comunale è costituito da 251 mezzi. Di questi 13 sono ‘pre-euro’, pari al 5% del totale, di cui 5 trasformati a metano, carburante notoriamente a basso inquinamento. Escludendo questi ultimi, quindi, la percentuale dei veicoli inquinanti scende al 3%. Altri 74 veicoli sono dotati di impianti a metano (dagli ‘euro 1’ ai più recenti ‘euro 4’), mentre da alcuni anni fanno parte del parco auto anche 6 veicoli elettrici. I veicoli diesel, invece, sono complessivamente 25 e quelli alimentati a benzina 141”.

Rispetto all’ipotesi di sostituzione delle auto più obsolete e inquinanti, Orlando ha aggiunto che in totale si tratta di 13 veicoli (2 a benzina pre-euro non dotati di impianto a metano, 6 diesel pre-euro e 5 diesel euro-1), ma che “al momento non ci sono risorse disponibili. Anzi, vista la carenza di risorse – ha concluso Orlando – l’Amministrazione ha assunto l’orientamento di noleggiare le auto e solo in minima parte acquistarne direttamente, risparmiando così sui costi di gestione del parco auto”.
Manfredini si è dichiarato soddisfatto della risposta dell’assessore.