Home Ceramica Déchirer di Mutina selezionata per ADI Design Index 2009

Déchirer di Mutina selezionata per ADI Design Index 2009

L’ADI (Associazione per il Disegno Industriale) ha selezionato la collezione Déchirer di Mutina, firmata da Patricia Urquiola, per la pubblicazione nel volume ADI Design Index 2009 che prepara la ventiduesima edizione dell’assegnazione Compasso d’Oro.

Questo premio, il primo e più autorevole riconoscimento europeo della qualità produttiva e progettuale di beni, servizi e sistemi, verrà attribuito a tre progetti scelti tra quelli pubblicati su ADI Design Index.

Nato nel 1954 da un’idea di Gio Ponti, e per volontà dei grandi magazzini la Rinascente, il premio Compasso d’Oro, ha lo scopo di mettere in valore la qualità del design italiano e viene assegnato sulla base di una preselezione effettuata dall’Osservatorio permanente del Design: una commissione di esperti (critici, storici, progettisti, giornalisti specializzati), soci dell’ADI o esterni a essa, impegnati con continuità nel raccogliere informazioni, valutare e selezionare i migliori prodotti.

Tra i prodotti pubblicati verrà! inoltre selezionato il vincitore del Premio dei Premi, indetto dal ministero per la Pubblica Amministrazione ed Innovazione, al quale ADI partecipa accanto a Confindustria e Cnr.

Con Patricia Urquiola e il suo progetto Déchirer, Mutina ha affrontato la sfida di ottenere dal materiale l’effetto di stratificazione dei segni, la leggerezza del decoro, ciò che resta dell’impronta del passato, giocando con superfici che si trasformano al mutare della luce.

“Questo progetto, presentato per la prima volta durante l’edizione 2008 di Cersaie, continua a regalarci grandi soddisfazioni, racconta Massimo Orsini – Presidente Mutina. Dopo l’assegnazione a Patricia Urquiola del premio EDIDA nel 2009, l’assegnazione di Best of Neocon 2009 a Chicago, Home beautiful Product on 2009 a Sidney, il riconoscimento della stampa italiana e internazionale e il grande consenso ottenuto dalla collezione Dèchirer da parte di architetti e progettisti, questa nomination conferma che è importante credere nel valore del proge! tto e del buon design, guardando all’innovazione e scegliendo partner di alto livello”.