Home Carpi Carpi, completato il rinnovamento della flotta di minibus

Carpi, completato il rinnovamento della flotta di minibus

Garantire maggiore efficienza al servizio di trasporto pubblico, migliorando al contempo la qualità dell’aria grazie alla riduzione di emissioni inquinanti dei mezzi in circolazione. Questi importanti obiettivi sono stati centrati grazie all’acquisto da parte di Seta di sei nuovi minibus a basso impatto ambientale entrati in servizio (tre nelle scorse settimane e tre ad ottobre) sulla rete urbana di Carpi.

Ricordiamo che i sei nuovi minibus sono del modello Itineris, prodotti dalla carrozzeria Omnibus di Varese, e hanno sostituito altrettanti mezzi modello Man T154 acquistati nel 1999 ed ormai non più adeguati né alle esigenze del servizio di trasporto pubblico carpigiano né alle normative anti-inquinamento vigenti. I vecchi minibus andati in pensione, infatti, appartenevano alla categoria Euro 2, mentre i nuovi consentiranno una notevole riduzione di emissioni inquinanti perché, pur trattandosi di mezzi alimentati a gasolio, sono dotati di iniezione common rail 16 valvole con intercooler e turbocompressore, nonché di filtro anti-particolato (FAP). Queste caratteristiche tecniche li collocano al livello Euro 5, il più alto attualmente previsto dalle norme europee. I minibus Itineris hanno una lunghezza di 7 metri, le porte di ingresso e discesa sono due, i posti totali sono 32 (10 a sedere e 22 in piedi). Sono inoltre dotati di un posto attrezzato con sistemi di ancoraggio per lo stazionamento di una carrozzella per disabili, e di una pedana retrattile per la loro salita. Il motore è un Renault 2.300 cc. 16 valvole con intercooler e turbocompressore, il cambio è automatico. Ogni mezzo Itineris è inoltre dotato di impianto di aria condizionata, sistema di telecontrollo satellitare (AVM), selleria monoscocca rivestita con tessuto antivandalo.

“Con l’entrata in servizio di questi nuovi mezzi ecologici e moderni, che si sommano ai due bus a metano introdotti già da alcuni anni sulle linee cittadine, si conferma l’impegno dell’azienda di trasporto pubblico modenese, ora SETA, che ha sostenuto da sola l’investimento per migliorare la qualità del servizio offerto e, al contempo, ridurne l’impatto ambientale. Esso completa – afferma l’assessore alla Mobilità e Trasporti Carmelo Alberto D’Addese – il programma degli interventi sin qui elaborati che hanno portato al completamento della linea Gialla, al miglioramento e alla creazione di nuove fermate del servizio. Confidiamo potrà essere così confermato il trend di crescita di passeggeri registrato in questi ultimi mesi nel bacino di Carpi”.