» Appennino Reggiano - Bassa reggiana - Reggio Emilia

Legalità, in tutti i Comuni reggiani il protocollo antimafia

protocolloE’ stato illustrato questa mattina in Provincia a tutti i tecnici comunali il Protocollo di legalità sottoscritto lo scorso novembre fra Comune di Reggio Emilia e Prefettura per la prevenzione dei tentativi di infiltrazione della criminalità organizzata nei settori dell’edilizia privata e dell’urbanistica. Come previsto dalla dichiarazione di intenti siglata il 19 novembre scorso tra il prefetto Raffaele Ruberto e il presidente della Provincia di Reggio Emilia Giammaria Manghi, Palazzo Allende intende infatti promuovere in tutti i Comuni reggiani il Protocollo del Comune capoluogo che – spiega il presidente – “consente di estendere l’azione di controllo e di contrasto ai tentativi di infiltrazione da parte della criminalità organizzata anche all’edilizia privata e all’urbanistica attraverso, ad esempio, l’allargamento a nuove e diverse tipologie di strumenti della verifica tramite l’informativa antimafia; l’obbligo della comunicazione antimafia anche per permessi di costruire al di sotto dei 70mila euro; controlli puntuali su una parte rilevante delle ristrutturazioni”.

Dopo un primo passaggio nelle settimane scorse alla Conferenza dei presidenti delle Unioni, oggi l’intesa promossa dal Comune di Reggio è stata illustrata dall’assessore comunale alla Rigenerazione urbana e del territorio, Alex Pratissoli, ai tecnici di Comuni e Unioni che hanno affollato la Sala del Consiglio provinciale. “Anche in questo modo intendiamo riaffermare il ruolo centrale della ‘nuova’ Provincia, così come delineato dalla Legge di riforma del 2014, nell’azione di coordinamento e supporto tecnico ai Comuni”, spiega il presidente Manghi ricordando come “in questa nuova veste Palazzo Allende sia già protagonista in diversi settori, a partire dalla Stazione unica appaltante  alla quale hanno aderito ben 16 Comuni, 3 Unioni e 2 aziende di servizi alla persona”.

In particolare, la Provincia si è impegnata ad assicurare ai Comuni e alle Unioni intenzionati ad adottare il Protocollo di legalità nei settori dell’edilizia privata e dell’urbanistica la necessaria assistenza tecnica e amministrativa, al fine di attuare correttamente le norme. A coordinare l’attività sarà il segretario generale della Provincia di Reggio Emilia, Alfredo Tirabassi.

“Per la nostra Provincia si tratta di un’altra importante attività amministrativa nell’azione di contrasto alle mafie – conclude il presidente Giammaria Manghi –  un obiettivo che da sempre vede Palazzo Allende impegnato in prima linea e che ci ha visto  sottoscrivere, sempre con la Prefettura, diversi Protocolli di legalità, da quello del 2007 sulla regolarità nei cantieri a quello del dicembre 2010 sugli appalti pubblici”.

  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Google Plus
  • OkNotizie
  • Segnalo
  • Pinterest
  • Add to favorites
  • Email
  • Print



Linea Radio Multimedia srl • P.Iva 02556210363 • Cap.Soc. 10.329,12 i.v. • Reg.Imprese Modena Nr.02556210363 • Rea Nr.311810
Tutti i loghi e marchi contenuti in questo sito sono dei rispettivi proprietari.
supplemento al quotidiano Sassuolo2000.itReg. Trib. di Modena il 30/08/2001 al nr. 1599 - ROC 7892 • Direttore responsabile Fabrizio Gherardi
Il nostro news-network: Sassuolo 2000 - Modena 2000 - Bologna 2000 - Reggio 2000 - Carpi 2000 - SassuoloOnLine
© 2016 · RSS PAGINA DI MODENA · RSS ·
• 18 query in 0,520 secondi •