Home Bassa modenese Mirandola: si estende la pubblica illuminazione

Mirandola: si estende la pubblica illuminazione

Nella seduta dello scorso 22 novembre la Giunta comunale di Mirandola ha approvato il progetto di estensione degli impianti di pubblica illuminazione. Già a inizio 2017 è stata fatta la scelta di riqualificare gli impianti sull’intero territorio comunale. Nell’ambito del servizio globale di gestione si è proceduto  alla totale sostituzione dei 5.340 punti luce  con quelli  al led, più moderni e soprattutto più efficienti dal punto di vista energetico, In piazza Costituente è stata sostituita  e migliorata l’illuminazione esistente e anche  lungo  tutta  via Circonvallazione  sono stati sostituiti i pali con altri più moderni e adeguati alla sicurezza del traffico; si è poi proceduto a estendere i punti luce in alcune vie come  Borghetto e Castello Venezia.  Ora si prosegue con un altro importante intervento.  Con un progetto che ammonta complessivamente a 360.000 euro si procederà all’ampliamento degli impianti di pubblica illuminazione nel capoluogo e nelle frazioni, andando ad accogliere alcune richieste pervenute dai comitati frazionali e da parte di cittadini, con l’obiettivo di migliorare la sicurezza in punti o percorsi critici, di favorire la fruizione di parchi, piazze e punti di aggregazione, continuando a perseguire la scelta del risparmio energetico. L’elenco delle vie interessate è il seguente, con la precisione che gli interventi possono far riferimento a uno o più punti luce: Bruino, Pacinotti, Galvani, Darwin, Pezzetta, Arrivabeni (Gavello), Don Milani (Gavello), Modenese (San Giacomo Roncole), Imperiale (primo e secondo tratto, Mortizzuolo), Case Popolari, Posta Vecchia, Baccanina (Quarantoli), Grazi (località Tre Gobbi), Falconiera/Valli, Pietole/Valli, Pietole/Baccanina, Del Mercato, Ada Negri, Motta (cimitero), Morandi. Ma si interverrà anche presso il Centro civico di Gavello, la pista ciclabile (primo e secondo tratto) di via Valli a San Martino Spino, la pista pedonale di via Sciesa, la Galleria del Popolo, il parcheggio di via Pietri. Dopo lo svolgimento delle procedure di gara e quindi dell’individuazione della ditta incaricata, la prossima primavera inizieranno i lavori.