Home Ambiente Il sindaco Pelloni: “Tari, grazie al porta a porta i vignolesi pagheranno...

Il sindaco Pelloni: “Tari, grazie al porta a porta i vignolesi pagheranno in meno oltre 200 mila euro”

“Tari, grazie al porta a porta i vignolesi pagheranno in meno oltre 200 mila euro
Il sindaco, Simone Pelloni, interviene alla vigilia degli incontri sulla tariffa puntuale, annunciando le principali novità.

“Dopo tanti anni in cui la tassa per la raccolta dei rifiuti solidi urbani continuava ad aumentare, per la prima volta nel 2019 si registrerà un’importante inversione di tendenza e la città di Vignola pagherà in meno oltre 200.000 euro di Tari”. Con queste parole il sindaco, Simone Pelloni, annuncia le principali novità che sono previste all’indomani dell’avvio, dal 1° gennaio scorso, della tariffa puntuale sui rifiuti, grazie all’adozione del sistema del “porta a porta”.
L’amministrazione comunale, peraltro, ha programmato una serie di incontri per illustrare ai cittadini tutte le novità. Per le utenze non domestiche l’appuntamento è giovedì 24 gennaio alle 16 nella sala parrocchiale di Brodano.
Per le utenze domestiche, invece, sono stati programmati due incontri: il primo è per giovedì 24 gennaio alle 20 nella sala parrocchiale di Brodano, il secondo è mercoledì 30 gennaio alle 20 presso l’auditorum dell’istituto Paradisi, in via Resistenza 700.
“Nel 2019 – riprende poi il primo cittadino – con l’adozione del porta a porta, caleremo per la prima volta, dopo tanti anni, il costo della Tari, per un importo superiore ai 200 mila euro. Per questo risultato ringrazio in primo luogo tutti i cittadini vignolesi, che grazie al loro impegno nell’effettuare il “porta a porta” hanno permesso di arrivare a questo risultato. Ringrazio inoltre tutta la Giunta, il consiglio comunale, i dipendenti comunali e i tecnici e il personale Hera, per il grande lavoro svolto su questo tema, ognuno nel proprio ruolo”.

“La quantità di rifiuto differenziato – prosegue Pelloni – in pochi mesi è già passata dal 54 a oltre l’80%. Ciò permetterà, a diverse categorie, di beneficiare fin da subito di importanti risparmi. Chi avrà i maggiori risparmi, saranno naturalmente le utenze più virtuose. E’ difficile dire quanto una singola utenza Tari potrà risparmiare, perché ciò dipende da diversi fattori. Posso comunque già anticipare che ci saranno numerosi benefici sia per le aziende, sia per le famiglie. Le prime, in particolare, grazie al “porta a porta”, che ha cambiato la natura della Tari da entrata tributaria a tariffaria, potranno recuperare l’iva applicata del 10% e beneficiare quindi di risparmi che vanno dal 10 al 20%. Per le famiglie il discorso è ancora più complesso perché bisogna valutare caso per caso, ma applicando il calendario degli svuotamenti e quindi producendo elevate quantità di rifiuti differenziati, si pagherà senz’altro di meno rispetto al passato”.

“Siamo coscienti – conclude il sindaco – di avere richiesto un grande sforzo ai cittadini. Proprio grazie all’impegno di tutti, abbiamo raggiunto due importanti obiettivi: fare qualcosa di concreto per l’ambiente (sono tutti rifiuti in meno che finiscono nell’inceneritore e che sono avviati al riciclo) e pagare di meno”.