Home Fiorano Cittadinanza onoraria a Dario Vassallo, il programma

Cittadinanza onoraria a Dario Vassallo, il programma

E’ stato definito il programma delle iniziative per l’arrivo di Dario Vassallo, a cui lunedì 11 marzo 2019 sarà conferita la cittadinanza onoraria del Comune di Fiorano Modenese. Alla cerimonia, al Teatro Astoria, con inizio alle ore 19, interverranno il Presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini, il Prefetto Maria Patrizia Paba, il Presidente della  Provincia Gian Domenico Tomei, il sindaco di Fiorano Modenese Francesco Tosi, gli assessori, consiglieri comunali, autorità civili e militari.
L’impegno di Dario Vassallo comincia alle ore 17, nel Cortiletto intitolato al fratello Angelo Vassallo, inaugurato lo scorso anno grazie ad un progetto di riqualificazione urbana dell’associazione studentesca Renovatio Crew del Liceo Formiggini. I giovani studenti, potranno vedere installate le formelle realizzate nel progetto 2018 e illustreranno la seconda parte, costituente il progetto 2019, che dovrà decorare la parete sud del Cortiletto.

Seguirà, alle ore 20.30 la proiezione in prima assoluta del cortometraggio ‘Pulizia dei Fondali Marini’ della Fondazione Angelo Vassallo.

Alle ore 21, sempre con ingresso gratuito, viene proposto lo spettacolo teatrale ‘Il sindaco pescatore’, tratto dall’omonimo libro di Dario Vassallo, testi di Edoardo Erba, regia di Enrico Maria Lamanna, con Ettore Bassi

 

Dario Vassallo è presidente della Fondazione Angelo Vassallo, Sindaco Pescatore, costituita insieme al fratello Massimo dopo tre mesi dall’uccisione del Sindaco di Pollica, Angelo Vassallo, loro fratello. La sera del 5 settembre 2010, intorno alle 22:15, mentre rincasava alla guida della sua automobile, Angelo Vassallo è stato ucciso da uno o più ignoti attentatori. l’ipotesi più accreditata è che sia stato commissionato dalla camorra perché si era opposto a pratiche illegali; si impegnava nella tutela dell’ambiente e della legalità per cui era visto dalla camorra come un ostacolo al controllo del porto che le avrebbe garantito libertà nei commerci illegali di droga.

Da allora, Dario Vassallo ha compiuto incessantemente una instancabile attività volta a ripristinare la legalità e a far sì che la giustizia possa trionfare, nella ricerca della verità di quel tragico attentato non solo a un sindaco ma allo Stato e alle istituzioni democratiche e quindi a ciascuno di noi. Dario Vassallo percorre costantemente l’Italia creando una rete di persone, associazioni e comuni impegnati con lui nella lotta per la legalità e per la tutela dell’ambiente. Numerosi sono i suoi interventi nelle scuole, dove porta ai giovani la sua testimonianza di cittadino che mette al primo posto la ricerca della verità e della giustizia, l’affermazione della legalità.

Nel 2011 Dario Vassallo pubblica il libro “Il Sindaco Pescatore” edito da Mondadori, da cui sono state realizzate una fiction televisiva, interpretata da Sergio Castellitto e una rappresentazione teatrale, con Ettore Bassi.

Dario Vassallo ha poi all’attivo proposte di legge e importanti progetto di tipo ambientale, come la proposta di legge sulla “Pulizia dei fondali marini”, secondo il progetto iniziato ad Acciaroli nell’ottobre 2010, dove i pescatori recuperano e riciclano la plastica, il vetro e l’alluminio che si impigliano nelle loro reti. Nel settembre 2016 questo progetto è stato scelto dal Dipartimento di Stato americano per rappresentare l’Italia alla conferenza mondiale sugli Oceani. È della Fondazione Vassallo la proposta per il riconoscimento del Giglio Marino come specie protetta, indirizzata alla Regione Campania.

“Il dott. Dario Vassallo può essere dunque – recita la delibera consigliare di conferimento – considerato l’esempio di un cittadino qualunque che, toccato all’improvviso da una tragedia famigliare, trasforma la propria vita in un impegno pubblico assiduo e totalizzante, mettendo coraggiosamente al primo posto la legalità e la giustizia, la loro affermazione in un contesto difficile e pieno di ombre”.

“Il mondo ha bisogno di testimoni credibili. In modo particolare i giovani hanno bisogno di incontrare qualcuno che combatta per la giustizia, per la libertà e per la dignità dell’uomo e delle istituzioni democratiche contro la sopraffazione e la violenza. I giovani hanno bisogno di constatare concretamente che la speranza è possibile e, in quanto possibile, la speranza diventa un dovere per ciascuno di noi. I giovani devono sapere che una vita piena e degna dell’uomo non può prescindere dall’impegno e dalla responsabilità, senza escludere anche la sofferenza e addirittura il sacrificio estremo della vita.  Angelo Vassallo, il Sindaco pescatore, è uno di coloro che con la vita e con la morte hanno testimoniato l’impegno per la giustizia. Il fratello Dario ne ha colto il testimone, diffondendone in modo instancabile la conoscenza e l’insegnamento, proponendo soprattutto ai giovani l’amore per la verità e la legalità, nella speranza in un mondo più giusto. Per questo Dario Vassallo è un cittadino del mondo e quindi anche di Fiorano Modenese”.