Home Sassuolo Centri estivi: anche per il 2019 confermato il progetto “Conciliazione vita-lavoro”

Centri estivi: anche per il 2019 confermato il progetto “Conciliazione vita-lavoro”

Anche quest’anno è in arrivo il bonus per le famiglie che iscriveranno i figli ai centri estivi. Chi ha dei figli tra i 3 e i 13 anni, ha difficoltà a gestire i figli in estate perché lavora e   ha un ISEE fino a 28.000 euro, potrà avere un rimborso, parziale o totale, della retta del centro estivo, grazie al progetto “Conciliazione vita-lavoro”, promosso dalla Regione Emilia Romagna e finanziato dal Fondo sociale europeo.

Il Comune di Sassuolo, infatti,  assieme ai Comuni del Distretto Ceramico ha aderito, anche per l’estate 2019, al Progetto per la conciliazione vita-lavoro promosso e finanziato dalla Regione Emilia Romagna nell’ambito del Fondo Sociale Europeo: un aiuto  economico, per il pagamento delle rette, alle famiglie che durante l’estate, a scuole chiuse, fanno più fatica a conciliare i tempi del lavoro con quelli della vita familiare .

Scegliendo  di iscrivere i propri figli  ai centri estivi aderenti all’iniziativa, per le famiglie interessate sarà possibile richiedere un contributo per abbattere il costo delle rette di frequenza.

Si invitano perciò i gestori dei Centri Estivi, di varia natura, che vorranno partecipare al progetto conciliazione e quindi garantire alle famiglie la possibilità di accedere al contributo, a presentare domanda, secondo le modalità previste dall’Avviso pubblico, entro il 10 aprile 2018.  Solo i gestori che presenteranno domanda daranno la possibilità alle famiglie di ricevere questo aiuto, che può arrivare fino a 84 euro alla settimana per un massimo di 4 settimane (sino a un totale di 336 euro). Quest’anno sarà possibile riconoscere anche un numero maggiore di settimane qualora il costo di frequenza sia inferiore a 84 Euro (comunque fino all’ importo massimo di 336 euro).

Altra importante novità, di quest’anno, riguarda la possibilità di accedere al contributo anche per le famiglie in cui uno dei genitori non sia occupato perché impegnato in compiti di cura, se un membro della famiglia ha delle  gravi disabilità o non è autosufficiente.

Concluse le pratiche per il bando rivolto alle strutture, sarà disponibile sul sito web comunale l’elenco dei centri estivi aderenti.

A maggio verrà poi pubblicato l’avviso per le famiglie che vorranno presentare domanda per ricevere il contributo, unitamente a tutti i dettagli riguardanti le modalità di accesso al bonus, che dovrà essere richiesto tramite l’apposita procedura che verrà attivata on line.

Nel frattempo, si invitano le famiglie a rivolgersi ai Caf per ottenere, in tempo utile, l’ISEE 2019.

“Per il secondo anno le famiglie, che avranno i requisiti – afferma l’Assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Sassuolo Maria Savigni –  potranno avere un importante aiuto economico per sostenere i costi della frequenza dei centri estivi. In estate, se i genitori lavorano, la gestione dei figli può diventare un problema, e i centri estivi sono una risorsa importante non solo perché alleggeriscono le famiglie dalle preoccupazioni, ma anche perché sono l’occasione, per bambini e ragazzi, di vivere momenti stimolanti di gioco, scoperta, esperienze nuove. Se c’è un aiuto economico che aumenta la possibilità di frequentarli diventano anche una vera occasione di inclusione. Per questo siamo molto contenti che per il secondo anno possiamo mettere a disposizione delle famiglie queste risorse. Ricordo anche che, in aggiunta, l’Amministrazione Comunale metterà a disposizione risorse proprie, che verranno destinate ai gestori di quei centri estivi che, accogliendo ragazzi con disabilità, devono affrontare spese aggiuntive”.