Home Reggio Emilia A Bagnolo un nuovo sistema di videosorveglianza nella frazione di San Michele

A Bagnolo un nuovo sistema di videosorveglianza nella frazione di San Michele

Una bella mattinata, che si è sviluppata tra momenti ufficiali e altri più leggeri e informali, ha visto domenica sul territorio bagnolese la doppia inaugurazione del nuovo sistema di videosorveglianza della frazione di San Michele, e la ciclopedonale di via Beviera. Ha spiegato la Sindaca Paola Casali: “Per noi è un momento importante, perchè portiamo a conclusione due progetti di rilievo per la sicurezza delle persone. La nuova pista ciclabile ad esempio, ci ha visto collaborare con la Provincia di Reggio Emilia, anche sulla spinta dei residenti, per alleggerire la situazione della Strada Provinciale Sp 47 (che sul territorio Bagnolese è denominata appunto via Beviera), una delle arterie più trafficate del territorio provinciale. Era stato sottoscritto un accordo di programma con il Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale che, in occasione dei lavori di tombamento di un canale irriguo, ha permesso di condividere anche la realizzazione della ciclopedonale. Il primo lotto funzionale, costato 120.000 euro, è stato totalmente finanziato dal Comune che, considerando le somme precedentemente investite nell’accordo con il Consorzio di Bonifica, ha investito complessivamente circa 175.000 euro. Il secondo stralcio, che sarà progettato, finanziato e realizzato dalla Provincia di Reggio Emilia, avrà un costo stimato di 75.000. Ringrazio la Provincia e la Bonifica per la collaborazione su questo progetto”.

Per la Bonifica all’inaugurazione ha partecipato Matteo Giovanardi, mentre Tania Tellini, Sindaco di Cadelbosco e consigliera delegata della Provincia per la valorizzazione del territorio, a sua volta ha sottolineato importanza dell’opera “per il benessere della gente e dell’ambiente, temi sui quali la Provincia, così come la Regione Emilia-Romagna, sono fortemente impegnate. Inoltre, in veste di Presidente dell’Unione Terra di Mezzo, vorrei ringraziare sentitamente Paola Casali per questi anni di collaborazione sempre leale e proficua, che ha portato la nostra Unione a livelli molto alti per i servizi associati”. Alla presenza di Uomini dell’Arma della Stazione di Bagnolo e di agenti della Polizia locale dell’Unione, è stato inaugurato anche il sistema di videocamere di sorveglianza a supporto del Controllo di Vicinato di San Michele, realizzato nell’ambito delle azioni realizzate negli ultimi anni per incrementare la sicurezza sul territorio. Sul territorio dell’Unione Terra di Mezzo ne sono state attivate 69 fino al 2018, con anche 12 varchi di lettura targhe; nel 2019 ne saranno attivate altre 11 e 10 varchi di lettura. Nel 2018 inoltre il Comune ha attivato il progetto del Controllo di Vicinato, attraverso il quale i residenti possono tenere d’occhio gli spazi in cui vivono e collaborare in modo attivo per la sicurezza del proprio territorio, segnalando ciò che non li convince alla Polizia locale.