Home Reggio Emilia I prossimi appuntamenti reggiani di “Chi Ricerca Cura”

I prossimi appuntamenti reggiani di “Chi Ricerca Cura”

Ultimi giorni per conoscere il mondo della ricerca all’Irccs di Reggio Emilia nell’ambito di Chi Ricerca Cura, la settimana-evento dedicata alla divulgazione.

Accanto agli incontri con le scuole elementari e superiori, sono proposti appuntamenti pubblici dedicati a entrare in contatto con chi ha fatto della ricerca un percorso lavorativo e di vita.

GLI APPUNTAMENTI PER LE SCUOLE E LA CITTADINANZA

Letture e conversazioni sui temi della scienza

  • “Eureka”, venerdì 12 alle ore 18:00 alla Polveriera in via Zanti n.4, lettura musicata sui temi della scienza proposta da Faustino Stigliani accompagnato alla fisarmonica da Claudio Ughetti;
  • “L’inventore di malattie” sabato 13 dalle 9 alle 12 al Teatro Asioli di Correggio conversazione sulla scienza riservata a oltre 200 studenti delle scuole superiori locali. Oltre al direttore scientifico dell’IRCCS Massimo Costantini, saranno relatori Massimo Polidoro, direttore generale del Cicap – Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sulle Pseudoscienze – e Silvia Bencivelli, giornalista scientifica.
  • “Piccoli scienziati per grandi scoperte e … altre fantastiche avventure” sabato 13 alle ore 17 alla ludoteca Piccolo Principe in via Fazzano a Correggio, letture e narrazioni per bambine e bambini (età consigliata 6-10 anni);

Visite guidate ai laboratori di ricerca del Santa Maria Nuova

Sabato 13 punto di ritrovo nell’atrio dell’ospedale senza necessità di prenotazione, due turni alle ore 14 e alle ore 15:30;

Convivialità

  • “La ricerca sBoccia” giovedì 11 alle ore 20, torneo di bocce a squadre miste con i ricercatori nella sede del Centro sociale Gattaglio di Reggio Emilia;
  • “AperiScience”, venerdì 12 dalle 19 sarà possibile incontrare i ricercatori in un’atmosfera informale nella sede della Polveriera in via Zanti,4 a Reggio Emilia.

Creatività

  • “Connect: research to find”: mostra fotografica in collaborazione con ArtYou nell’ambito del circuito off di Fotografia Europea 2019: atrio del CORE, inaugurazione venerdì 12 ore 12, durata esposizione sino al 27/4;
  • “Sguardi inediti sulla ricerca”: gli spunti creativi prodotti dai ragazzi del Giardino del Baobab onlus e K-Lab sui principi della ricerca saranno proposti nel corso di tutti gli appuntamenti; i gadget sono disponibili nei punti vendita della cooperativa L’Ovile: alla Polveriera in via Zanti,4 e nell’edicola dell’ospedale Santa Maria Nuova.

“La settimana della ricerca si muove in due direzioni: da un lato, apriamo le porte dei luoghi in cui si fa ricerca ai cittadini e agli studenti, per mostrare loro la nostra attività quotidiana e la nostra esperienza” spiega il direttore scientifico Massimo Costantini “Dall’altro, siamo noi ricercatori ad andare a raccontare la ricerca nel territorio provinciale, con linguaggi sempre diversi. L’Ausl Irccs di Reggio Emilia” continua Costantini “svolge attività di ricerca clinica, di laboratorio e sanitaria, con l’obiettivo di trasferirne i risultati all’assistenza ai pazienti. Abbiamo scelto lo slogan chi-ricerca-cura proprio per affermare che le strutture sanitarie dove si sviluppa attività di ricerca sono luoghi nei quali si cura meglio. Lo spirito dell’iniziativa – conclude – è condividere con la nostra comunità il significato e le caratteristiche dell’impegno di tanti ricercatori e professionisti”.