Home Ambiente A Reggio Emilia il Festival “Felicità Sostenibile. Eventi di spudorata propaganda a...

A Reggio Emilia il Festival “Felicità Sostenibile. Eventi di spudorata propaganda a sostegno dell’ambiente”

Nel primo weekend di eventi abbiamo cercato la Felicità in tanti modi, dalle testimonianze al teatro, dal disegno alla “scoperta” della natura, dal protagonismo dei cittadini alle proposte della politica. Curare il nostro Pianeta, capire come fare, porsi domande e ascoltare diversi punti di vista sarà l’obiettivo centrale anche di questo secondo weekend di eventi.

Venerdì 12 aprile, alle ore 21.00, salirà sul palco del Teatro Piccolo Orologio l’On. Pierluigi Castagnetti che, insieme alla giornalista Margherita Grassi, ci condurrà all’interno dei temi contenuti nell’Enciclica “Laudato si’” di Papa Francesco, per riflettere insieme sulla cura che merita la Terra.

Sabato 13 aprile, dalle 15:30 al Parco Nilde Iotti (ritrovo agli Orti Urbani di via Danimarca), secondo pomeriggio di laboratori e attività per tutta la famiglia. Si comincerà con una Piantumazione collettiva di alberi all’interno del Parco e si continuerà con il laboratorio Nidi di Biodiversità, a cura di Ecosapiens e WWF Emilia Centrale, per la costruzione di nidi artificiali per piccoli uccelli dei parchi urbani. In contemporanea ci sarà la Passeggiata Filosofica Mito-Botanica,a cura di Andrée Bella dell’Ass.ne Eupsichia, in cui racconti mitologici e stralci poetici vengono alternati a riflessioni filosofiche e aneddoti quotidiani, osservazioni botaniche e nozioni ecologiche per narrare alberi e fiori, scorci di paesaggio e frammenti di luogo mettendoli in relazione con le esperienze dei partecipanti.

Alle 18:00, al Teatro Piccolo Orologio, andrà in scena un ingegnoso e divertente spettacolo-laboratorio rivolto ai ragazzi, IL PIANETA LO SALVO IO! della compagnia Teatro della Caduta. Alla luce dello slogan “La generazione dei tuoi genitori ha messo a rischio il pianeta. Adesso tocca a te risistemare le cose.”, un grande tema d’attualità si traduce in 101 proposte concrete per contribuire alla salvaguardia dell’ ambiente. Bisogna fare qualcosa subito, non si può aspettare di diventare grandi.

La giornata conclusiva di domenica 14 aprile si articolerà fra l’incontro, alle 18 allo Spazio Culturale Orologio, ECOLOGIA DEL DESIDERIO: CURARE IL PIANETA SENZA RINUNCE, con Antonio Cianciullo – giornalista di Repubblica e autore de “Ecologia del desiderio”, la dott.ssa Ivana Soncini -psicologa e psicoterapeuta,  il prof. Ivan Levrini – insegnante di filosofia e scrittore per capire se per salvare veramente la Terra dobbiamo rinunciare a qualcosa. È possibile mantenere un equilibrio virtuoso tra ciò che desideriamo per la nostra vita e il rispetto della natura? Mortificare i propri desideri non sarà dannoso all’essere umano? E’ percorribile una strada attraverso desideri che facciano crescere la nostra civiltà insieme alla Natura?

Il dibattito sarà moderato da Fabio Banfo della compagnia MaMiMò e vedrà anche la partecipazione di Pierre Lambert, Direttore artistico del Festival Scènes en vertes – Dijon (Francia).

Alle 19:30 APERITIVO a Km0 sotto il Gelso del Cortile dell’Orologio a cura di La pronta Cucina e alle 21.00, al Teatro Piccolo Orologio, andrà in scena lo spettacolo della Compagnia MaMiMò LA DONNA PIU’ GRASSA DEL MONDO che al debutto di dicembre 2018 aveva fatto registrare 6 repliche sold out. Lo commedia di Emanuele Aldrovandi, che vedrà in scena Luca Cattani, Alice Giroldini, Marco Maccieri per la regia di Angela Ruozzi, ci indurrà  a riflettere sulla capacità dell’uomo di immaginare un modo alternativo per raggiungere la felicità che non lo condanni all’autodistruzione.

Per tutta la durata sarà allestita, nel foyer del Teatro Piccolo Orologio, la mostra LE “UTOPIE CONCRETE” DI ALEXANDER LANGER, parole e immagini di  un “portatore di speranza”, a cura di Lorenzo Capitani e Ugo Pellini. La mostra è promossa con il sostegno di Boorea e del Comune di Reggio Emilia.

Tutti gli eventi sono a emissione di CO2 compensati grazie alla partnership avviata dal Centro Teatrale MaMiMò con Phoresta Onlus, associazione impegnata nel raggiungimento dei parametri previsti dal Protocollo di Kyoto, ovvero la riduzione della concentrazione atmosferica di CO2, fra le maggiori cause del riscaldamento globale. Durante gli eventi sarà possibile effettuare una donazione per compensare la quantità di CO2 generata dal proprio stile di vita attraverso le attività di forestazione di Phoresta presso il Bosco di Bologna e il Parco Regionale Valle del Treja.

Le installazioni presenti al Teatro Piccolo Orologio saranno a cura di Antonella De Nisco e Alice Benazzi.

 

“Felicità sostenibile. Eventi di spudorata propaganda a sostegno dell’ambiente” è organizzato con il patrocinio del Comune di Reggio Emilia e di ASVIS (Alleanza italiana per lo sviluppo sostenibile), con il sostegno di Regione Emilia Romagna, con il contributo di Conad e Zanni Maglieria e di Emil Banca, More Energy, Casa Attiva, Cartello delle idee. E con la preziosa collaborazione di Fondazione ITeatri Reggio Emilia, Centro Sociale Orologio, Phoresta Onlus, CAI Reggio Emilia, MTB Cai Reggio Emilia, Boorea, LUP Libera Università Popolare, Centro sociale della Vasca, Legambiente Reggio Emilia, Ecosapiens Coop. L’Ovile, WWF Emilia Centrale, Festival Scènes en Vertes Dijon, Teatro dell’Orsa, Spazio Culturale Orologio.

 

 

 

Tutti gli incontri e i laboratori: ingresso gratuito.

 

Il pianeta lo salvo io! ad ingresso gratuito su prenotazione | La donna più grassa del mondo: €14 e €12

 

Info e prenotazioni spettacoli: biglietteria@teatropiccolorologio.com, 0522-383178

 

Programma completo su www.mamimo.it