Home Appuntamenti Un ape… fa primavera alla Terramara di Montale

Un ape… fa primavera alla Terramara di Montale

Le api sono al centro della giornata di visite di domenica 14 aprile al parco Archeologico della Terramara di Montale. Fin dalla preistoria, infatti, le api hanno conquistato l’uomo: miele e propoli erano probabilmente usati a scopo alimentare e terapeutico, e la cera era sfruttata nei processi produttivi del bronzo.

A raccontare pregi e virtù di “Apis mellifera” alla Terramara saranno gli apicoltori di “ReWild” che portano al Parco museo all’aperto il sorprendente mondo di un alveare, grazie ad un telaio trasparente che permette di osservare le api in azione.

Numerose testimonianze archeologiche ci consentono di ricostruire le tappe fondamentali del rapporto tra uomini e api: dalle rappresentazioni rupestri paleolitiche dei primi raccoglitori di miele, ai rinvenimenti neolitici di vasellame ceramico con evidenti tracce di cera; dalle sorprendenti raffigurazioni egizie dell’intero ciclo di raccolta e utilizzo del miele, alle arnie in terracotta di epoca classica da cui si ricavava il miele, protagonista di numerose ricette.

A completamento dell’esperienza, Elisa Bevini dell’erboristeria Tasso Barbasso di Montale, approfondirà proprietà cosmetiche e curative di miele e propoli. E per chiudere in dolcezza, si potrà approfittare della degustazione e vendita di mieli artigianali di tiglio, ailanto, millefiori montano, castagno e medica.

La Terramara di Montale in via Nuova Estense apre al pubblico domeniche e festivi fino al 16 giugno. Orari: 9.30-13.30 e 14.30-18.30 (ultimi ingressi 11.45 e 17.30). Le visite guidate partono ogni 45 minuti per gruppi di max 50 persone. Ingresso intero € 7, ridotto € 5, gratuito fino a 5 e oltre 65 anni e per tutti in tutte le prime domeniche del mese; riduzione del 50% sul biglietto con la Fidelity Card del Parco; con biglietto MuSa – Museo della Salumeria Castelnuovo Rangone ingresso ridotto. Tel. 059 2033101 (9-12 da martedì a venerdì; 10-13 e 16-19 sabato e domenica).

Programma completo e informazioni per organizzare la visita sul sito (www.parcomontale.it email museo@parcomontale.it). Facebook “parcomontale”.