Home Casalgrande Ubriaco si oppone con violenza ai controlli: arrestato

Ubriaco si oppone con violenza ai controlli: arrestato

Sono stati momenti altamente concitati quelli verificatisi ieri sera nel comune di Campegine: da una parte un uomo che, visibilmente ubriaco, si è presentato in un bar del paese e dall’altra l’esercente a cui l’uomo si rivolgeva in maniera molesta disturbando la sua attività. I terzi “attori” di questa vicenda sono stati i carabinieri in forza alla stazione di Albinea che intervenuti su richiesta del barista intimorito dalla condotta del cliente, alla fine si sono visti dover contenere la furia dell’uomo andato letteralmente in escandescenza.

Questa in sintesi la premessa dei fatti culminati con l’arresto del 33enne A.H. marocchino d’origine e residente a Casalgrande chiamato a rispondere del reato di resistenza e minaccia a pubblico ufficiale, ristretto al termine delle formalità di rito a disposizione della Procura reggiana che coordina l’inchiesta. L’origine dei fatti poco dopo le 18.00 di ieri 12 aprile quando una pattuglia della stazione di Albinea su richiesta della centrale operativa del comando provinciale carabinieri di Reggio Emilia, si recava presso un bar del paese dove era stata segnalata la presenza di un uomo che, visibilmente ubriaco, stava arrecando disturbo nel bar.

Giunti sul posto ed individuato l’uomo lo stesso veniva invitato a esibire i documenti: la reazione iniziale l’ha visto l’ha visto reagire cercando di evitare i controlli per poi minacciare i militari, cercare di compiere gesti autolesionistici sino ad arrivare ad essere aggressivo con gli operanti spintonati e colpiti con un pugno. Durante il tragitto che lo conduceva in caserma l’uomo andava in escandescenza continuando a minacciare i carabinieri  cosa che faceva anche in caserma. Alla luce dell’illecita condotta tenuta il 33enne veniva e arrestato con l’accusa di resistenza e minaccia a pubblico ufficiale. Questa mattina il 33enne comparirà davanti al Tribunale di Reggio Emilia per rispondere dei reati lui contestati.