Home Bassa modenese Il Comune di Mirandola disponibile ad anticipare 1,2 milioni per l’ex Gil

Il Comune di Mirandola disponibile ad anticipare 1,2 milioni per l’ex Gil

Questa mattina (venerdì 19 aprile), in un incontro che si è svolto in Prefettura a Modena, l’Amministrazione comunale di Mirandola ha comunicato la necessità inderogabile di rinnovare il protocollo d’intesa affinché possano proseguire le procedure necessarie per far partire la gara e quindi i lavori all’ex Palazzo Gil, dove sarà ricavata la nuova sede del commissariato di polizia e della polizia stradale. La Prefettura di Modena ha garantito di arrivare al rinnovo della convenzione stessa (tra Comune di Mirandola, Agenzia del Demanio-filiale Emilia-Romagna, Direzione regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici dell’Emilia-Romagna e Ministero dell’Interno e Direzione Generale di Pubblica Sicurezza) prima della scadenza (29 aprile 2019).

Inoltre, il Comune di Mirandola ha avanzato anche la proposta di finanziare direttamente il lavoro completo di ricostruzione e rifunzionalizzazione dell’edificio, anticipando un milione e 200 mila euro necessari per il completamento dell’opera, a patto che vi sia una garanzia certa, da parte del Ministero dell’Interno, che la somma verrà restituita all’Amministrazione comunale.

Ricordando che l’opera ha un costo complessivo di 4,5 milioni di euro, in gran parte finanziati dalla Struttura commissariale della Regione Emilia Romagna, il Ministero dell’Interno ha ribadito che per ora può finanziare solo i 356 mila euro, in modo da realizzare il primo stralcio con l’impegno di completare eventualmente l’opera (garage e alloggi all’ultimo piano) con risorse proprie nei prossimi anni.

L’Amministrazione comunale esprime preoccupazione per l’incertezza che ancora permane rispetto ai finanziamenti necessari per il completamento dell’opera.