Home Modena Modena, deposito bici Porta Nord: in distribuzione nuove chiavi

Modena, deposito bici Porta Nord: in distribuzione nuove chiavi

Grazie all’installazione del nuovo deposito protetto per biciclette nell’area riqualificata di Porta Nord, sono in distribuzione 120 nuove chiavi di accesso per rispondere ai cittadini che ne avevano fatto richiesta nei mesi scorsi ed erano stati inseriti nella lista di attesa.

Il deposito è parte dei nuovi servizi dedicati alle due ruote, una vera e propria velostazione, realizzati nella piazza di Porta Nord nell’ambito dell’intervento di riqualificazione del sistema della mobilità della zona che rientra nel “Progetto Periferie. Ri-generazione e innovazione”. I servizi comprendono anche otto nuove rastrelliere di “C’entro in bici” (con 32 bici gialle rispetto alle precedenti 24), venti nuovi portabici a “P” per assicurare un totale di 40 mezzi. Ad alta capacità, il deposito può ospitare fino a 60 biciclette in uno spazio relativamente ridotto poiché è dotato di binari ad altezze sfalsate sui quali posizione i mezzi, con maniglie per abbassarli agevolmente e ganci laterali per legarli.

Per accedere si utilizzano le stesse chiavi meccaniche distribuite per gli altri depositi protetti installati in città, sette in tutto per un totale di circa 280 posti bici e 768 iscritti. Grazie alla disponibilità delle 120 nuove chiavi, la cooperativa Aliante che gestisce il servizio, sta contattando le persone in lista di attesa per procedere a una nuova distribuzione.

Per iscriversi al servizio, che è gratuito, occorre recarsi agli della cooperativa Aliante (via Borelli 90, da lunedì a venerdì dalle 11 alle 15, il sabato dalle 9 alle 12; tel 348 7819828; mail: bicieparcheggio@aliantecoopsociale.it), presentare un documento di identità, compilare un modulo e versare una cauzione di 20 euro. Gli iscritti, previa opportuna targatura del mezzo, ricevono una chiave che consente di accedere al deposito per parcheggiarvi la propria bicicletta. Se si decide di non utilizzare più il servizio è necessario riconsegnare la chiave agli operatori, riscuotendo la cauzione versata inizialmente, in modo da dare la possibilità anche ad altri cittadini di utilizzare il servizio.