Home Salute Dal territorio un nuovo elettrocardiografo per la Casa della Salute di Spilamberto

Dal territorio un nuovo elettrocardiografo per la Casa della Salute di Spilamberto

Un nuovo elettrocardiografo a disposizione della Casa della Salute di Spilamberto, a vantaggio dei cittadini di tutto il Distretto, e frutto della generosità del territorio. A donarlo all’Azienda USL di Modena diverse associazioni locali: Circolo Centro Cittadino, AVIS Spilamberto, AUSER, Overseas Onlus, ANPI Spilamberto, SPI-CGIL, Circolo Culturale Gramsci, Rinascita San Vito, Casa del tempo, Amici del Fabriani, Spilamberto Attiva, Lo zucchero filato e Arci/Polisportiva Spilambertese.

Al momento di ringraziamento che si è tenuto oggi, martedì 23 aprile, hanno partecipato rappresentanti delle autorità locali e delle associazioni donatrici, il Direttore del Distretto di Vignola Maria Pia Biondi e il Direttore Generale dell’Azienda USL di Modena Massimo Annicchiarico. Presenti inoltre professionisti e operatori della Casa della Salute e i Medici di Medicina Generale.

Lo strumento, portatile e collegabile in rete per la lettura e refertazione cardiologica in remoto, sarà utilizzato dal personale infermieristico, appositamente formato, su richiesta del medico di medicina generale; permetterà di eseguire elettrocardiogrammi in attività programmate sui pazienti cronici nell’ambito dei Percorsi diagnostico terapeutici assistenziali; le sue caratteristiche tecniche ne consentiranno l’uso sia in ambulatorio che a domicilio, per venire incontro alle singole situazioni dei pazienti.

“Ringrazio di cuore le associazioni di volontariato – dichiara la Dottoressa Graziella Nardini, in rappresentanza dei Medici di medicina generale della Casa della Salute di Spilamberto –, con le quali collaboro da 25 anni sui temi dell’educazione alla salute e che hanno sempre dimostrato il proprio attaccamento al territorio attraverso importanti donazioni. Come questa alla Casa della Salute di Spilamberto, particolarmente importante perché mette a disposizione degli operatori sanitari uno strumento che andrà a vantaggio della salute di tutti i cittadini, in particolare dei più fragili”.

 

(foto, da sinistra: Graziella Nardini, Monica Pedroni, Maria Pia Biondi, Adriano Lusvarghi, Umberto Costantini, Massimo Annicchiarico)