Home Modena Prove di carico a Modena sui cavalcavia Mazzoni e Divisione Acqui

Prove di carico a Modena sui cavalcavia Mazzoni e Divisione Acqui

Foto: Google Maps

Riprendono domenica 28 aprile le prove di carico su ponti, cavalcavia e sottopassi effettuate dal Comune di Modena. Due gli interventi in programma: sul cavalcaferrovia Mazzoni e sul sottopasso di via Divisione Acqui in corrispondenza con viale dello Sport.

Le due prove di carico si svolgono in successione dalle 7 di domenica 28 aprile a partire dal cavalcaferrovia Mazzoni sul quale la circolazione sarà sospesa. Una volta terminato l’intervento e riaperta la struttura, i tecnici si sposteranno in via Divisione Acqui per il controllo sul sottopasso in corrispondenza con viale dello Sport. Durante l’esecuzione della prova, via Divisione Acqui sarà chiusa al traffico nel tratto compreso tra le intersezioni con via Fossa Monda sud e via Minutara. Sul posto saranno collocati la segnaletica di preavviso interruzioni e le indicazioni per i percorsi alternativi. Le prove termineranno entro le ore 14 e comportano la sospensione della circolazione nei tratti interessati.

Le prove di carico sono programmate nel piano di monitoraggio e manutenzione periodici del Comune per controllare le condizioni delle infrastrutture e lo stato di rispondenza ai requisiti per i quali sono stati progettati.

La prova consiste nel caricamento dei cavalcavia con masse statiche di peso variabile a seconda della lunghezza della campata, in questo caso 2 mezzi del peso di 40 tonnellate ciascuno. Verrà effettuata una prima lettura a ponte scarico; in seguito verranno posizionati per circa un’ora i mezzi, per poi sgomberarli e fare una seconda lettura misurando la deformazione subita dall’infrastruttura. L’operazione verrà ripetuta più volte per prendere misurazioni successive fino alla fine della prova.

Nell’ambito del piano di monitoraggio, nei mesi di novembre e dicembre 2018 sono state eseguite prove di carico sul ponte dell’Uccellino, sul Ponte Alto, sui cavalcaferrovia Cialdini e Menotti, sui cavalcavia delle vie Fossa Monda e Divisione Acqui, La Marmora e Nonantolana e sul sottopasso di via Respighi. Nell’ambito del secondo stralcio, iniziato domenica 17 marzo, sono stati controllati il cavalcatangenziale di via Barchetta, i cavalcavia della Madonnina, di via Cimitero San Cataldo, San Geminiano, di via Virgilio, via Albareto e via Bertola. Tutte le prove hanno dato esito positivo.

Questo secondo stralcio di prove di carico, che porterà al completamento delle verifiche su tutte le infrastrutture di competenza del Comune di Modena, terminerà indicativamente nel mese di maggio. Il piano di monitoraggio periodico delle condizioni di ponti, cavalcavia, cavalcaferrovia, ponti pedonali e ciclabili di competenza comunale, avviato già dal 2014, da oltre un anno è strutturato con un gruppo di lavoro, composto da un ingegnere e quattro geometri, che effettua costantemente rilievi fotografici e prove tecniche, al fine di programmare eventuali interventi.