Home Bassa modenese Allerta piena fiumi: nuova riunione del centro coordinamento soccorsi

Allerta piena fiumi: nuova riunione del centro coordinamento soccorsi

Questa mattina alle 5 si è tenuta a Marzaglia una nuova riunione del Centro Coordinamento Soccorsi, indetta ieri sera dal Prefetto di Modena per aggiornamenti sulla situazione connessa alle ingenti piogge che stanno interessando la provincia e alle conseguenze sui fiumi Secchia e Panaro e sul torrente Tiepido, interessati da una rilevante piena, con particolare riguardo al Secchia.

Durante la notte è proseguito – e continua tuttora – il monitoraggio delle arginature da parte della Protezione Civile regionale, di AIPO, del Vigili del Fuoco e dei Comuni, supportati dal Volontariato.
Sono stati chiusi il ponte Alto, dell’Uccellino, del Navicello, Curtatona, Gherbella.
Per ragioni di sicurezza il Sindaco di Soliera ha disposto la chiusura delle scuole di Sozzigalli e i Sindaci di Bastiglia e Bomporto hanno disposto analoga misura, rispettivamente, per le scuole di Bastiglia e di Sorbara.
Il Prefetto ha chiesto nella serata di ieri il concorso dell’Esercito, che ha assicurato l’arrivo nella mattinata di oggi di una squadra di venti uomini con i relativi mezzi, che verrà impiegata in compiti di monitoraggio e supporto a protezione delle arginature, in raccordo con la Protezione civile.
I Sindaci hanno attivato dalla giornata di ieri i Centri Operativi Comunali.
I Sindaci dei Comuni al momento maggiormente interessati dall’ondata di piena – da Modena a Campogalliano, Soliera, Bastiglia, Bomporto – stanno provvedendo a dare comunicazione alla popolazione interessata sui rischi e sui comportamenti da tenere secondo i rispettivi piani di protezione civile. Il Sindaco di Campogalliano ha disposto già nella serata di ieri provvedimenti di evacuazione di residenti nell’area a valle della cassa di espansione.
Prosegue il monitoraggio anche nelle zone a valle, che verranno via via interessate dall’onda di piena.

Si invitano i cittadini a limitare allo stretto indispensabile i movimenti e a non sostare in prossimità o sul limitare dei corsi d’acqua.
Per ogni informazione si potrà far riferimento ai Centri Operativi Comunali costituiti presso le Amministrazioni Comunali.
La Sala Operativa Unificata, attivata dopo la riunione dopo la riunione del CCS di ieri, segue costantemente l’evolversi della situazione, in relazione alla quale verranno adottati i necessari provvedimenti.