Home Appuntamenti Sotto le stelle di Modena “Nessun dorma”

Sotto le stelle di Modena “Nessun dorma”

Sabato 18 maggio, dal tardo pomeriggio a notte inoltrata, torna “Nessun dorma”, la “notte bianca” di Modena e Notte europea dei musei con oltre cento iniziative e vetrine illuminate e porte aperte in esercizi e negozi, che accendono il centro con le associazioni culturali. Arte, musica, parate, danza, artisti di strada. Aperti fino alle 24 monumenti, biblioteche, chiese, musei, gallerie con animazioni. Gli autorizzati possono far musica fino alle 2 e servire cibi e bevande fino alle 3 in aree con eventi.

La manifestazione quest’anno si svolge nelle giornate in cui Modena ospita Motor Valley Fest, con una sorta di prologo a tema motoristico la notte di venerdì 17.

Il programma di Nessun dorma è online (www.comune.modena.it/nessundorma).

Tra le vie del centro gira la “Malaparata”, sfilata di trampolieri e percussionisti, allegoria dei vizi dell’uomo che utilizza musica e maschere. Itinerante in centro anche la Wind Band, studenti del Liceo Sigonio, gruppi danzanti (a cura di Uisp e scuola Talentho) e Buskers. In corso Canalgrande si allestisce il mercatino artigianale ‘Tra Borghi e Contrade” e si potrà assistere alla perfomance musicale dell’ensemble giovanile “New Casual Band”. Musica in via Sant’Eufemia (Emil Spada con Beppe Leoncini: pop e rock), piazzetta San Giacomo e via Selmi con tante band tra rock, gospel e jazz. In via Gallucci, a ritmo rock, presentazione in anteprima locale della linea Ebike Scrambler Ducati. In piazza Mazzini, flash mob ed esibizione di danza aerea con crescendo di acrobazie che sublimano i canti della Divina Commedia dall’Inferno al Paradiso. In piazza XX settembre, si balla con cover band dei Beatles. In largo Porta Bologna atmosfera latina con balli di gruppo, Caraibici, Kizomba e Bachata. Via Cesare Battisti diventa “Strada dei Motori” con un allestimento originale e musica jazz e rock. In Pomposa proiezioni di concerti che hanno fatto la storia della musica, mentre in via del Voltone si ballerà a ritmo swing e rockabilly con photo shoot. Corso Canalchiaro, Calle di Luca e San Francesco vanno a ritmo di jazz, pop e rock anni ’70, ’80 e ’90 e i piccoli possono divertirsi con uno spettacolo di bolle di sapone. Anche in via Canalino, dove c’è uno stand di Unione italiana ciechi, la serata è per la famiglia con spettacoli di magia, palloncini. mangiafuoco, musica latina, tango. In via Farini “festa di buon non-compleanno” con letture di Alice nel Paese delle Meraviglie e accompagnamento musicale dei Naughty Notes. A pochi passi, via Taglio sarà allestita con un’installazione permanente aerea di farfalle colorate. Apertura straordinaria del Mercato Albinelli con animazioni. Via Carteria mette in scena “Come un Film”, performance musicale del musicista Luca Giovanardi che propone tre brani di musica elettronica ispirati ad Hitchcock, Cronenberg e Kubrick. Nella piazzetta di via Carteria, lo spettacolo di teatro di figura per bambini “Pippo il Merlo Pazzo” a cura di Puppet House. In piazzale Erri spettacolo di Drag Queen e cabaret. In piazzale Torti i Flexus di Gianluca Magnani cantano Fabrizio de Andrè. In piazza Manifattura tabacchi proiezione fotografica a tema automotive, e band live. Ai Giardini Ducali, fin dal pomeriggio danza sportiva per i piccoli e, durante la serata, silent party e osservazioni della Luna e di Giove con i telescopi.

“Nessun dorma” è organizzata dal Comune di Modena con il coordinamento dell’assessorato alla Cultura, il sostegno di Fondazione Cassa di risparmio di Modena e in collaborazione con Modenamoremio, Confesercenti, Ascom Confcommercio, Lapam e Cna. Partner il Ministero Beni e Attività Culturali, Icom (International council of museums), Regione Emilia – Romagna e Università di Modena e Reggio Emilia.

NEI LUOGHI DELLA CULTURA PORTE APERTE

Torna la Notte Europea dei Musei con Nessun dorma, sabato 18 maggio dopo il prologo di venerdì 17 dedicato ai motori con Motor Valley Fest. L’iniziativa permette di visitare gratuitamente i musei in orario insolito in tutti i Paesi dell’Ue.

I principali poli d’interesse modenesi sono largo S. Agostino – tra Palazzo dei Musei e Ago all’ex ospedale -, Palazzo Santa Margherita in corso Canalgrande 103 – che ospita la biblioteca Delfini, la Galleria Civica e il Museo della Figurina – e il Sito Unesco patrimonio dell’umanità di piazza Grande – con Duomo, Ghirlandina e Palazzo Comunale.

Lungo i percorsi per raggiungerli e sugli itinerari che li collegano, sono tante le soste possibili ad altri istituti e luoghi della cultura, che presentano mostre e iniziative. Un itinerario guidato sulle architetture del 900 parte alle 17.45 dal Teatro Storchi e arriva a largo Moro. Oltre alle mostre di Fondazione Modena arti visive (Fontana e Pop Therapy) e Galleria Estense, nuovi allestimenti ai Musei civici, con esperienza immersiva nelle atmosfere della foresta amazzonica, e iniziative dedicate a Mozart tra musica e carte (Archivio storico), e parole e musica (Poletti).

Il Festivalfilosofia partecipa con video e animazioni nell’atrio di Palazzo dei Musei. Aperte tre dimore storiche e, ad Ago, il Teatro Anatomico e la Farmacia storica del Sant’Agostino. Duomo e Ghirlandina sono visitabili rispettivamente fino alle 22 e fino alle 24 e sono aperte le sagrestie della cattedrale. Nelle chiese conferenze, visite e musica fra San Giovanni, San Barnaba, San Bartolomeo, Pomposa e San Pietro. Vivace il contributo delle scuole con gli istituti Corni, Vecchi Tonelli, Venturi e Muratori- San Carlo. Presentazione del primo dinosauro superpredatore al Museo di Paletnologia, laboratori per bimbi al Museo di Zoologia e Anatomia. Delfini tra fumetti e motori con “Paff! Pensieri a fumetti festival”, in Accademia scienze lettere e arti Dante, e al S. Carlo si ripercorre la storia dell’istituzione. Occhi puntati al cielo al Planetario.

DUE NAVETTE GRATUITE DA E PER IL CENTRO

Chi vuole raggiungere in auto la notte bianca modenese di sabato 18 maggio, può contare sul Parcheggio del Centro con 1.700 posti protetti all’ingresso del cuore storico di Modena, a pochi passi da Pomposa e largo Sant’Agostino. In una notte che porta in centro tante persone anche il Parcheggio al Novi Sad potrebbe essere presto al completo, e per questo il Comune, in collaborazione con Motor Valley Fest, l’agenzia per la mobilità Amo e con l’azienda di trasporto pubblico Seta, ha organizzato navette gratuite per chi lascia l’auto nei parcheggi scambiatori.

Per raggiungere il centro storico, infatti, si possono utilizzare gratuitamente le navette che, fino all’una di notte, ogni 20 minuti, percorrono due diversi itinerari.

La navetta “Portali” percorre un itinerario con più fermate che comprende viale Verdi, via Montegrappa, via Bonacini, via Divisione Acqui e zona parcheggi di via Divisione Acqui, per poi tornare in via Bonacini, via Montegrappa, viale Verdi, e giungere infine in largo Garibaldi, fermata più vicina a via Emilia centro.

La navetta “Madonnina”, invece, segue un percorso a più fermate che dall’Autostazione percorre viale Storchi, via Galaverna, via Ruffini, via Cesari, via Breda, strada Cimitero San Cataldo (parcheggio), strada Nazionale per Carpi, via Emilia Ovest, via Amundsen, per poi raggiungere nuovamente l’autostazione, a pochi passi dal parco Novi Sad e da largo Sant’Agostino.

Dalle 14 di sabato 18 maggio sarà sospeso il servizio di filobus e autobus nelle vie del centro storico interessate dalla notte bianca.