Home Cronaca Controlli nei cantieri edili: in nero il 100% della forza lavoro, imprenditore...

Controlli nei cantieri edili: in nero il 100% della forza lavoro, imprenditore nei guai a Reggio

Grazie ad un blitz congiuntamente condotto dai Carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro e i colleghi della sezione radiomobile della compagnia di Reggio Emilia nel centro abitato del capoluogo reggiano  è stata localizzata un impresa edile che impiegava in nero il 100% della forza lavoro. Nei guai è finito un imprenditore edile 40enne abitante a Montecchio Emilia, titolare dell’azienda.

L’attività dei carabinieri del nucleo Ispettorato Lavoro, supportati dai carabinieri reggiani, risale all’altra mattina quando gli operanti, sulla scorta di una mirata attività informativa tesa a contrastare le fattispecie illecite correlate al lavoro nero e all’impiego di manodopera clandestina, effettuavano un controllo presso un cantiere edile della città. All’atto dell’ispezione i Carabinieri riscontravano l’impiego in nero di 2 lavoratori su 2 impiegati pari al 100% del totale dei lavoratori presenti sul luogo di lavoro. Ai sensi delle attuali norme di legge, l’attività imprenditoriale veniva immediatamente sospesa dagli operanti che procedevano anche nei confronti dell’imprenditore  con una multa pari a 5.600 euro. Ora la ripresa delle attività dipenderà dallo stesso imprenditore che dovrà regolarizzare i dipendenti impiegati in nero e pagare la multa. Nei guai è finito anche un 42enne reggiano committente dei lavori, che è stato denunciato alla Procura reggiana per non aver verificato, prima dell’affidamento dei lavori all’impresa esecutrice o lavoratore autonomo, l’idoneità tecnico – professionale, attraverso l’esistenza del documento unico di regolarità contributiva (DURC).