Home Modena Primo Consiglio Comunale a Nonantola

Primo Consiglio Comunale a Nonantola

Davanti a un folto pubblico di cittadini, si è insediato giovedì 13 giugno il Consiglio Comunale di Nonantola eletto dopo le consultazioni Amministrative del 26 maggio 2019. Sono stati nominati i 5 Assessori che fanno parte della Giunta guidata dalla Sindaca Federica Nannetti, al suo secondo mandato.

Gli Assessori

Enrico Piccinini, che faceva parte anche della precedente Giunta, ha queste deleghe: istruzione e formazione, bilancio, patrimonio, città digitale. Andrea Zoboli, il più giovane della squadra: cultura, turismo, centro storico, giovani. Alla prima esperienza anche Elena Piffero – ambiente e pianificazione territoriale, economia solidale – Cristiano Bassi Grandi – lavori pubblici, commercio e attività produttive – e Gian Luca Taccini (Vice Sindaco) che ha il compito di occuparsi di coesione sociale, politiche sociali e sanitarie, politiche abitative. Alla Sindaca invece le deleghe: associazionismo, sport, protezione civile, polizia municipale, pari opportunità, affari generali, personale.

Successivamente si è passati all’elezione del presidente e del vice presidente del Consiglio comunale.  Cosetta Ferri, che fa parte dei consiglieri di maggioranza, è stata eletta Presidente, mentre il ruolo di Vice è andato a Giovanni Piccinini del Movimento 5 Stelle.

I lavori del Consiglio Comunale sono quindi proseguiti con la costituzione e la designazione dei capigruppo consiliari. Partito Democratico: capogruppo Massimo Po; Una Mano per Nonantola: capogruppo Rossella Stefanachi ; Forza Italia: capogruppo Antonio Platis; Movimento 5 Stelle: capogruppo Cosimo Bianchi; Nonantola Progetto 2030: capogruppo Alessandro Di Bona.

Federica Nannetti, Sindaco di Nonantola: “Punto ancora sul lavoro di squadra, come nel precedente mandato. Una scelta che ci ha dato molte soddisfazioni e traguardi. Un altro obiettivo è lavorare assieme a tutti i Consiglieri Comunali in modo costruttivo affinché il bene di Nonantola sia sempre in primo piano. E’ un Consiglio molto nuovo, ma proprio grazie a questo ci saranno nuove idee e proposte, sempre con il fine di migliorare la qualità della vita della nostra collettività”.