Home Economia Euro: -6…continua il conto alla rovescia

Euro: -6…continua il conto alla rovescia

Dopo il successo registrato dalla vendita dei ‘kit’, sono alcuni milioni gli italiani che gia’ hanno in tasca le monete in euro. Un esordio, quello ‘fisico’ della moneta unica, che pero’ avverra’ il 1 gennaio, giorno in cui spendere gli euro, con i negozi chiusi, sara’ un problema.
A dare una mano ai piu’ impazienti, ecco allora le ‘macchinette’ della distribuzione automatica, i parchimetri, i primi ‘euro-distributori’ di benzina.

Vediamo quale sara’ la situazione nei primi giorni del prossimo anno:
ALIMENTARI, SNACK E BIBITE. Le aziende produttrici e di gestione dei distributori automatici di generi alimentari e bevande, sono pronte. Dopo mesi di sforzi, investimenti e modifiche alla produzione, tutto e’ pronto per convertire all’euro i distributori di merendine, snack e bevande. Secondo gli ultimi dati disponibili, dal 1 gennaio 2002, sara’ possibile acquistare le carte prepagate (sistema diffuso per il 70% della distribuzione automatica food) sia in lire sia in euro e la macchina avra’ sul display sia l’importo sia il residuo della carte espresso in monete unica.
PARCHIMETRI. Dal 1 gennaio 2002 al 28 febbraio 2002 i cittadini si troveranno quindi di fronte a questa situazione: alcuni parchimetri convertiti all’euro accetteranno, oltre ai cents europei, anche le vecchie monete in lire, per le quali il software provvedera’ alla conversione automatica; alcune macchinette solo in euro; e altri impianti che, in attesa della conversione, rimarranno in lire. Poi, dal 28 febbraio, i parchimetri ‘mangeranno’ solo euro.
SIGARETTE. Quella delle sigarette sara’, in chiave euro, la distribuzione automatica piu’ semplice, nonostante le macchinette debbano incassare sia banconote sia monete. Il tabaccaio potra’ decidere, nel periodo di doppia circolazione, se utilizzare le lire o gli euro. Il tabaccaio potra’ anche decidere di diversificare l’accettazione di banconote e monete: per esempio le banconote in lire e le monete in euro. E lo potra’ fare il giorno che riterra’ opportuno.
BENZINA A SELF-SERVICE. Dal primo gennaio prossimo – ha infatti annunciato l’Unione Petrolifera – il 30% degli impianti automatizzati, quelli cioe’ dove non e’ presente il benzinaio e il pagamento avviene con la macchinetta (contanti, bancomat o carte di credito) saranno pronti per accettare la nuova moneta. Una percentuale che dovrebbe salire all’80% entro la fine del primo mese dell’anno prossimo per arrivare alla totalita’ il 28 febbraio, ultimo giorno di circolazione delle lire.
Speciale EURO