Home Economia Filo diretto tra Modena e la Colombia

Filo diretto tra Modena e la Colombia

Il medico Eduardo Alvarado, sindaco della città colombiana di Pasto ed ex vice ministro della Sanità della Colombia, è stato ricevuto questa mattina nella Sala del Vecchio Consiglio del Palazzo comunale di Modena dal vice sindaco Ennio Cottafavi e dall’assessore ai Servizi sociali Alberto Caldana, che lo scorso mese di luglio si è recato in visita nella città dell’America Latina.

Alvarado è a Modena fino a domani per partecipare ad una serie di incontri sulla cooperazione internazionale con l’obiettivo di costruire una rete con i Comuni di Modena, Parma, Crema e Pavia, la Regione Emilia-Romagna, la Provincia autonoma di Trento, l’Università di Pavia, il Movimento laici America latina di Verona e il consorzio Pluriverso, che ha sede a Modena. L’obiettivo è creare rapporti di aiuto e di scambio con le città della Colombia per favorire il processo di pace e di sviluppo in una delle aree più tormentate del Sudamerica e per facilitare gli scambi economici con le aziende emiliano-romagnole soprattutto nei settori della ceramica, della meccanica e del biomedicale. Pasto, che conta 450 mila abitanti, si trova a 3 mila metri di altezza nella zona andina dello stato del Nariño, nell’estremo sud della Colombia e a un giorno di auto dalla capitale Bogotà. La città sperimenta una innovativa modalità di partecipazione popolare al governo cittadino molto simile a quello della più nota Porto Alegre, in Brasile, che consiste nel condividere le decisioni comunali con i leader informali dei diversi quartieri cittadini illustrando costantemente le decisioni – soprattutto in materia di bilancio – nel corso di assemblee popolari. Sempre dalla Colombia, entro la fine dell’anno arriveranno a Modena e in altre città dell’Emilia-Romagna cento infermieri laureati che in questi mesi stanno studiando la lingua italiana per lavorare in ospedali e strutture protette.