Home Cronaca Sassuolo: furto d’auto con inseguimento e speronamento

Sassuolo: furto d’auto con inseguimento e speronamento

Due auto di lusso rubate, insieme a tre cellulari, un computer e soldi, da una villa di un imprenditore modenese, per un totale di circa 100.000 euro e una pattuglia dei carabinieri di Reggio Emilia speronata nel tentativo di bloccare i ladri, dopo un inseguimento sulle colline emiliane a oltre 150 chilometri all’ ora. E’ successo la notte scorsa fra Sassuolo e Reggio Emilia e ora sono in corso le ricerche per trovare i responsabili.

E’ passata da poco l’una – secondo la ricostruzione degli investigatori – quando alcune persone riescono a entrare in un’abitazione di via del Bacino, a Sassuolo, di proprietà di L.R 60 anni, dirigente di un’azienda ceramica e con già tre furti di auto alle spalle. L’uomo sta dormendo insieme alla moglie, e non si accorge di nulla: i ladri portano via il suo portafogli,la borsetta della donna, tre cellulari, un computer e le chiavi delle macchine. Salgono sulle due auto, una Bmw X5 e un’Audi A4 station wagon e fuggono verso Reggio Emilia. Intorno all’1.45 le auto sono raggiunte da una pattuglia dei carabinieri della stazione di Quattro Castella, sulle colline reggiane, che aziona il lampeggiante preparandosi a un controllo di routine: ma le vetture, seguite da una Mercedes Clk 200 kompressor, che risulterà poi rubata il 14 novembre scorso a Rivolta d’Adda, accelerano e tentano la fuga. Piove, c’è nebbia, ma si superano i 150 chilometri orari, mentre altre pattuglie del Comando provinciale di Reggio Emilia, già in servizio per alcuni controlli, si mettono alla ricerca delle tre auto. Poco dopo la Mercedes, che si è diretta verso l’Appennino, separandosi dalla Bmw e dall’Audi, viene raggiunta da una pattuglia dei carabinieri sulla strada provinciale che collega San Polo d’Enza a Canossa: all’improvviso la Clk sperona l’auto dei militari, finendo fuori strada e facendo un volo di qualche metro da un piccolo dirupo. Dalla macchina, distrutta, escono due uomini, che poi riescono a fuggire a piedi nei campi. Dentro l’auto i carabinieri recuperano gli oggetti rubati all’imprenditore, e scoprono tracce di sangue, probabilmente per le ferite riportate nell’ incidente dai ladri. Intanto, altre pattuglie, sono sulle tracce delle altre due macchine: la Bmw finisce fuori strada, impantanata, e viene recuperata, ma il guidatore riesce a salire sull’Audi, e se ne perdono le tracce. L’ ultimo contatto con le forze dell’ ordine é nei pressi di Parma, poi più nulla.