Home Ambiente Sportello Legambiente su vacanze eco-compatibili

Sportello Legambiente su vacanze eco-compatibili

Informare sui luoghi più belli per un turismo ecocompatibile: dalle città d’arte ai percorsi in bicicletta, dai parchi alle strade dei vini e dei sapori, segnalando la capacità di ‘fare ospitalita” di alberghi e b&b. E’ lo sportello ambiente-turismo, il primo aperto in Italia da Legambiente a Bologna nella sede del cassero Porta Galliera.

“Nulla di commerciale, solo l’opportunità di informare – ha detto Luigi Rambelli, responsabile nazionale del turismo di Legambiente, presentando l’iniziativa – sugli aspetti meno noti e più ecocompatibili del turismo in Italia, fino ai campi di volontariato anche all’estero”. Insieme allo ‘sportello’ è attivo anche il nuovo centro di documentazione su ambiente e turismo, con un’emeroteca di 50 riviste (su attualità, ambiente, natura, viaggi, trasporti, energia), una biblioteca di 6000 volumi ed un archivio sui 20 anni di attività dell’associazione, per una documentazione che progressivamente viene trasferita in formato elettronico, in cd rom e sul sito Internet dell’associazione.

Aperto tutti i giorni con orario di ufficio tranne il mercoledì e il lunedì mattina, nello sportello i visitatori possono trovare informazioni sulle destinazioni sostenibili in Italia, materiale illustrativo e audiovisivo, depliants e pubblicazioni su parchi nazionali e regionali, aree marine protette, riserve naturali, itinerari naturalistici e percorsi eno/gastronomici.

“Accanto all’ultimo depliant sui percorsi ciclabili del Delta del Po – spiega Ilaria Ortuso, responsabile dello sportello – si può trovare la guida delle strutture consigliate da Legambiente, la lista dei campi di volontariato organizzati per la prossima estate, in Italia e nei cinque continenti. Il materiale (inviato dalle più varie destinazioni turistiche) è a disposizione di chi vuole vivere una vacanza nella natura, o è disponibile a lavorare in un campo di volontariato, oppure cerca semplicemente un hotel più rispettoso dell’ambiente”.