Home Scuola Modena: scuola, nuovo look per le aule delle superiori

Modena: scuola, nuovo look per le aule delle superiori

Tre nuove aule al liceo Tassoni, altre tre al liceo Wiligelmo, un’altra decina a disposizione dell’istituto Formaggini di Sassuolo e altre quattro al liceo Fanti di Carpi. Sono solo alcuni degli interventi, realizzati in questi giorni dalla Provincia di Modena, per far fronte all’aumento degli iscritti in diversi istituti superiori, in particolare nei licei.


Ma oltre alle aule nuove aule si sta lavorando anche per dare un nuovo look alle scuole superiori con interventi di manutenzione e ristrutturazione che possono essere eseguiti solamente durante la chiusura delle scuole per un investimento complessivo di oltre tre milioni di euro.

Come sottolinea Egidio Pagani, assessore provinciale ai Lavori pubblici, “l’obiettivo è quello di migliorare la funzionalità e la fruibilità degli edifici, compresi i servizi per la didattica, come i laboratori, con una attenzione particolare all’adeguamento delle norme antincendio e all’abbattimento delle barriere architettoniche”.

Nell’elenco figurano gli interventi di manutenzione nelle scuole di Modena come gli istituti Corni, Fermi, Selmi, Cattaneo, Guarini e Barozzi.

In provincia spiccano i lavori per una decina di nuove aule anche nell’istituto professionale Vallauri a Carpi e al liceo Pico di Mirandola dove è previsto l’adeguamento funzionale (costo oltre 200 mila euro) dell’edificio con la realizzazione di quattro aule negli ambienti dove si trovava una piccola palestra non utilizzata dalla scuola. Al liceo Pico, infatti, nel prossimo anno scolastico ci saranno circa 280 studenti con le classi che passano da 13 a 14.

Nell’elenco dei cantieri aperti figurano anche l’istituto Calvi di Mirandola, il Meucci di Carpi, dove viene rifatto l’impianto di riscaldamento, gli istituti Paradisi e Levi di Vignola, dove si lavora al pavimento della palestra.

Oltre a questi interventi di manutenzione, la Provincia ha già finanziato l’ampliamento dei poli scolastici di Vignola (i lavori sono già iniziati con un costo di quasi due milioni di euro) e di Pavullo (il cantiere è aperto dal mese di luglio, costo di tre milioni e 500 mila euro).

In settembre, inoltre, apre il cantiere della nuova palestra dell’istituto Morandi di Finale Emilia (costo un milione e 300 mila euro).

Entro la fine dell’anno, infine, saranno esecutivi i progetti di ampliamento dell’istituto tecnico Corni di Modena e per la nuova palestra nel polo scolastico Leonardo Da Vinci di Modena, mentre è già previsto a bilancio il finanziamento della nuova sede dell’istituto Formiggini di Sassuolo.