Home Politica Modena: ‘decreto tagliaspese’ dibattito in Consiglio

Modena: ‘decreto tagliaspese’ dibattito in Consiglio

Il Consiglio comunale di ieri, ha discusso e alla fine approvato (con i voti favorevoli della maggioranza, contrari Fi, An, Udc, Modena a colori, Lega nord) una variazione al documento di previsione 2004 relativa allo stato di attuazione dei programmi e alla verifica degli equilibri di bilancio.

L’assessore al Bilancio Francesco Frieri ha introdotto il tema sottolineando l’avversione dell’amministrazione comunale per il cosiddetto ‘decreto tagliaspese’, “un provvedimento subìto, che limita l’autonomia degli enti locali per l’ingerenza che comporta la legislazione nazionale nei confronti delle loro competenze. Questo risparmio forzato – ha detto Frieri – lo ridestineremo al sociale: si tratta di 510 mila euro circa, 150 mila dei quali andranno a favore dei minori, 100 mila per l’assistenza dell’infanzia in difficoltà e in particolare per i disabili inseriti nella scuola elementare e 260 mila per investimenti. La Giunta si era data l’obiettivo di risparmiare 400 mila euro, siamo arrivati a 510 mila”.

Il sindaco Giorgio Pighi ha invece ribadito la forte preoccupazione dell’amministrazione e sua personale per il decreto ‘tagliaspese’ chiedendosi poi “che fine farà la cifra accantonata. Non vorremmo che il Governo – ha spiegato – consideri questi soldi trasferimenti per l’anno successivo visto che poi si parla di compartecipazione Irpef”.