Home Cronaca Malviventi inseguiti dopo tentato furto nel reggiano

Malviventi inseguiti dopo tentato furto nel reggiano

Hanno speronato a bordo di una Bmw rubata una vettura dei carabinieri impegnati proprio nelle loro ricerche, dopo un tentato furto in un’abitazione sventato dal padrone di casa, sono fuggiti a piedi e hanno poi asportato un furgone, ma alla vista di un altro mezzo dei militari hanno abbandonato anche questo veicolo e sono nuovamente scappati facendo perdere le loro tracce.


E’ stata una notte movimentata quella che ha impegnato una ventina di pattuglie dei carabinieri delle compagnie di Reggio Emilia e Castelnovo Monti, mobilitate verso le 2.30 dopo il tentativo di furto in un’abitazione di quest’ultima località.

La Bmw dei malviventi, data in fuga a fari spenti in direzione della statale 653 per Reggio Emilia, è stata intercettata un’ora dopo nel cortile di un’altra abitazione a Casina, con a bordo tre giovani. Il conducente a quel punto ha lanciato l’auto come un’ariete contro la Land Rover dei militari, speronandola, poi assieme a complici è fuggito a piedi, inseguito dal comandante della stazione (che è caduto riportando una contusione ad un ginocchio) e dal suo vice. I banditi hanno poi raggiunto la zona artigianale del paese, rubando un furgone Nissan Van e riprendendo la fuga verso Reggio. Ma a Puianello di Quattro Castella sono stati intercettati dai carabinieri, che avevano nel frattempo istituito un posto di blocco; a quel punto hanno abbandonato anche il furgone e sono scappati a piedi al buio nelle campagne.