Home Appennino Modenese Nata a Bologna società consortile per sostenibilità appennino

Nata a Bologna società consortile per sostenibilità appennino

La presidente della Provincia di Bologna Beatrice Draghetti ha siglato a Palazzo Malvezzi l’accordo con la Fondazione Carisbo e l’Issi (Istituto Sviluppo Sostenibile Italia) che sancisce la nascita del ”Cisa”, il nuovo Centro di innovazione e trasferimento di tecnologia per la sostenibilita’ dell’Appennino.

All’interno della societa’ consortile, la Provincia e’ socio maggioritario al 51%, mentre la Fondazione Carisbo e l’Issi detengono, entrambi, il 24,5%.


Individuare le migliori tecnologie utilizzabili per il risparmio energetico e l’architettura bio-ecologica, censire le fonti di energia rinnovabile, diffondere la conoscenza delle nuove tecnologie e realizzare percorsi di formazione e studi di fattibilita’, sono i principali compiti del Cisa. ”Nel programma di mandato – spiega Draghetti in una nota – avevamo scritto di voler favorire un’economia della conoscenza tramite l’introduzione dell’innovazione tecnologica e allo stesso tempo migliorare la qualita’ ambientale in una prospettiva di sviluppo sostenibile: questo e’ un primo passo verso questi obiettivi con particolare attenzione alle aree territoriali piu’ deboli come quelle dell’Appennino”.