Home Ambiente Agricoltura: in arrivo il ‘premio’ overbooking

Agricoltura: in arrivo il ‘premio’ overbooking

La maggior parte dei 14 milioni di ‘premialità’ che dalla Comunità europea arriveranno alla Provincia di Modena andrà a finanziare gli investimenti delle aziende agricole, del comparto agroindustriale e del biologico. Come annunciato nei giorni scorsi si tratta di finanziamenti aggiuntivi assegnati alla Provincia con la procedura dell’overbooking, un meccanismo della Unione europea che ridistribuisce a chi è stato più efficiente nella spesa quei finanziamenti che Stati membri e regioni non sono riusciti a utilizzare nei tempi previsti dai regolamenti comunitari.


“E’ una boccata d’ossigeno importante – sottolinea l’assessore provinciale all’Agricoltura e alimentazione Graziano Poggioli – poiché permetterà di dare risposta alle richieste che non avevano trovato spazio nella prima ripartizione dei fondi. E’ inoltre un riconoscimento dell’efficienza di spesa dimostrata dalla nostra Provincia. Di concerto con la Regione, si è deciso di anticipare il più possibile l’uso di queste risorse aggiuntive in ragione della grave crisi che sta attraversando il comparto dell’agricoltura in generale – continua Poggioli – e per evitare che imprenditori abbandonino il campo e che le difficoltà finanziarie portino ad accantonare progetti di investimenti per l’innovazione e la competitività. E per un’agricoltura sempre più compatibile con l’ambiente”.

Intanto dei nuovi contributi è stata definita la ripartizione comparto per comparto: cinque milioni di euro andranno a finanziare gli investimenti delle imprese agricole; cinque milioni e 118 mila euro sono destinati invece a investimenti del comparto agroindustriale (in questo caso sono privilegiate tecnologie e impianti funzionali alle innovazioni di processo e di prodotto); due milioni di euro andranno all’agricoltura integrata, biologica e ad altre azioni agroambientali; 800 mila euro saranno utilizzati per la ristrutturazione dei borghi e del paesaggio rurale; 600 mila euro verranno destinati al primo insediamento dei giovani agricoltori con meno di 40 anni; 300 mila euro sono destinati alle infrastrutture rurale quali strade e acquedotti; altri 300 mila euro andranno alla creazione di circuiti enogastronomici, fattorie didattiche e agriturismi.

“Queste risorse – sottolinea l’assessore Poggioli – sono una grossa opportunità perché mettono in moto investimenti per oltre 40 milioni di euro. Se produttori, imprenditori ed enti pubblici riusciranno a rispettare le tempistiche e la qualità per la realizzazione delle opere e degli interventi vedranno arrivare tutti i finanziamenti entro il 2006”.