Home Appuntamenti Dal 3 all’11 dicembre biblioteche di Modena in festa

Dal 3 all’11 dicembre biblioteche di Modena in festa

Con numerose iniziative in programma dal 3 all’11 dicembre e aperture straordinarie nella giornata di giovedì 8 le biblioteche comunali fanno festa per l’inaugurazione della Delfini. Il cartellone prevede mostre, incontri e spettacoli per bambini e adulti.

Domani, sabato 3 dicembre alle 16 si inaugura alla biblioteca Poletti, dove resta aperta fino al 17 dicembre. la mostra fotografica “Nuovi spazi per le biblioteche e gli archivi”, a cura della Soprintendenza regionale ai beni librari e documentari.
Alle 17 i progettisti Giampiero Cuppini e Luigi Tundo e l’architetto Giovanni Cerfogli conversano sul tema “La Biblioteca Delfini, un contenitore storico che si rinnova”.

Mercoledì 7 dicembre alle 11.30 il sindaco di Modena Giorgio Pighi, il presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena Andrea Landi e la direttrice del Servizio biblioteche Meris Bellei taglieranno il nastro della biblioteca Delfini accompagnati dalla Banda cittadina. Il “Chiostro dei desideri” offrirà addobbi e pensieri natalizi in collaborazione con la Galleria Civica, mentre in sala conferenze avverrà la proiezione non stop di “Metamorfosi di un luogo”, immagini d’epoca che raccontano la storia di Palazzo Santa Margherita dal primo ‘900. Per l’intera giornata, la Delfini offrirà ai lettori un caffè nel bar della biblioteca.
Alle 17 di mercoledì 7 dicembre sarà inaugurato lo spazio giovani Zona Holden con il fumettista e musicista rock Davide Toffolo, creatore di Piera degli Spiriti, Fregoli, Fandango, autore di “Intervista a Pasolini” e di “Gorilla Bianco” oltre che voce e chitarra della rock band Tre allegri ragazzi morti.

Nutrito il programma di giovedì 8 dicembre, quando Delfini e Rotonda resteranno aperte dalle 9 alle 20, la Poletti dalle 9 alle 19, Crocetta e Villaggio Giardino dalle 9 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 19. Alla Delfini, alle 10.30 e alle 16.30, Alessia Canducci della Compagnia del Serraglio propone “Ti presento… il libro”, brevi storie per bambini da 2 a 5 anni. Alle 11 e alle 17 la Compagnia Nonsoloteatro propone “Ernesto Roditore, guardiano di parole”, storia di un topo di biblioteca molto speciale che aspetta i ragazzi dai 6 agli 8 anni. Lo spettacolo ha vinto il Premio Eti-Lo Stregagatto 2004 (prenotazioni al numero 059 2032940). La biblioteca Crocetta propone alle 10.30 per bambini da 6 a 8 anni e alle 15.30 per ragazzi da 9 a 11 Jane Reade in “Christmas tree”, laboratorio animato in lingua inglese sulla magia del Natale (prenotazioni al numero 059 314192). I pop-up natalizi più belli e originali realizzati con la guida di Massimo Missiroli saranno realizzati alla biblioteca Villaggio Giardino alle 10.30 e alle 15.30. Il “Laboratorio di Babbo Natale” sarà aperto alle 10.30 per bambini da 6 a 8 anni e alle 15.30 per ragazzi dai 9 agli 11 anni (prenotazioni al numero 059 355449). E mentre la biblioteca Poletti propone la mostra “In forma di libro. I libri di Eugenio Miccini”, uno dei fondatori della poesia visiva e protagonista della Neoavanguardia (fino al 25 febbraio), la biblioteca Rotonda ha in cartellone alle 15.30 “A.A.A. Cercasi bibliotecario”, gioco letterario per ragazzi dagli 8 ai 12 anni con la Cooperativa Equilibri (prenotazioni al numero 059 441919).

Venerdì 9 dicembre alle 16.30 alla biblioteca Delfini Fabrizio Orlandi, Luigi Pedroni, Claudio Ponzana e Antonio ‘Rigo’ Righetti propongono “Dove nascono le biblioteche”, speciale salotto di lettura con narrazioni, immagini, musica e letture.

Sabato 10 dicembre alle 17 alla Delfini il fisico Marco Cattaneo, il biologo Carlo Alberto Redi e la giornalista Claudia di Giorgio propongono “Speciale Scienza da leggere. Dove eravamo rimasti?”, dibattiti e novità dall’editoria scientifica.

La storia di Benzion Fink, profugo dalla Russia zarista divenuto cantore alla sinagoga di Ferrara, viene proposta domenica 11 dicembre alle 17 alla Delfini, in collaborazione con Emilia Romagna Teatro nell’ambito di “Speciale Parabole. Patrilineare”. Enrico Fink, accompagnato da saxofono e chitarra, racconta la storia di Benzion utilizzando anche canzoni yiddish, brani tradizionali sefarditi e della liturgia ebraica italiana. La Delfini sarà aperta domenica 11 dalle 9 alle 20, mentre da lunedì 12 dicembre riprenderà l’orario consueto: lunedì dalle 14 alle 20 e da martedì a sabato dalle 9 alle 20.