Home Appennino Modenese Inverno olimpico particolarmente ricco per le Valli del Dragone

Inverno olimpico particolarmente ricco per le Valli del Dragone

Negli ultimi giorni i fiocchi hanno fatto abbondante visita aumentando ancor di più lo strato di ‘materia prima’ disponibile sulle piste di Frassinoro-Piandelagotti dove si sta entrando anche in clima agonistico mentre prosegue, con successo, l’afflusso di turisti, sciatori, escursionisti ed ospiti in queste feste caratterizzate da scenari tipicamente bianchi e da presenze confortanti.

Domenica 8 gennaio, pista Lago Murato a Frassinoro, la stessa che ospiterà la prova individuale dei Campionati Italiani ‘ragazzi’ di sci nordico il 18 marzo prossimo, si corre per il Trofeo Frassinoro organizzato dalla SS Frassinoro che in collaborazione con Agonistica Boscoreale e Sc Piandelagotti cura l’edizione 2006 della kermesse tricolore giovanile.

Si tratta di una gara regionale, maschile e femminile, in tecnica classica, aperta a tutte le categorie. La manifestazione servirà anche per collaudare le migliorie apportate di recente al tracciato che nel gennaio 2004 ospitò la ‘sprint’ dei campionati italiani “assoluti”.

Una settimana dopo la sfida col cronometro si sposta al Centro Fondo Boscoreale, a Piandelagotti, dove verrà dato il via alla sesta edizione della Marcia di San Giminiano unica granfondo dell’Appennino settentrionale. E’ una prova di 25 km in tecnica libera il cui percorso è ricavato all’interno delle foreste della Selva Romanesca dove insistono piste per una quarantina di chilometri adatte a tutte le capacità ed esigenze.

In tema di offerte turistiche da segnalare, anche grazie all’abbondante innevamento, la possibilità di escursioni sci-alpinistiche, di quelle con le ciaspole, anche in notturna, la presenza di ‘muscher’ con le loro slitte trainate dai cani, lo snow-bike e tante altre proposte ancora.

Il ‘Paradiso del Fondo’ dunque allarga i suoi orizzonti verso altre discipline sempre, comunque, da praticare a stretto contatto con la natura nel quadro di un turismo rispettoso dell’ambiente e delle sue peculiarità restando comunque saldamente ancorato alla sua pluridecennale ‘tradizione nordica’ di cui i prossimi Campionati Italiani “ragazzi” rappresentano una felice sintesi.