Home Bassa modenese Carpi ad un passo dai 65mila abitanti

Carpi ad un passo dai 65mila abitanti

Il Servizio statistica del Comune di Carpi ha dato alle stampe nei giorni scorsi una pubblicazione contenente i dati sulla popolazione residente al 31 dicembre 2005. Di seguito alcuni tra i numeri più significativi in essa contenuti, segnalando l’importanza di uno strumento di questo tipo, che si rinnova anno dopo anno e rappresenta un importante strumento di conoscenza ‘quantitativa’ sulla città e di come essa cambia nel tempo.


Residenti e famiglie
Al 31 dicembre 2005 la popolazione anagrafica carpigiana ammontava a 64.517 residenti, di cui 31.167 maschi e 33.350 femmine, con una variazione rispetto al 2004 dell’1,18%. Nel 1975 i carpigiani erano 58.514, 60.674 dieci anni dopo e 60.187 nel 1995. Negli ultimi dieci anni dunque la popolazione è aumentata di 4.330 unità, circa il 7 per cento. Nel centro storico risiedono 6.702 persone mentre le frazioni più abitate risultano Fossoli (3.665 residenti), San Marino (1.910) seguite da Migliarina (1.489) e S.Croce (1.329). Nel 2005 a Carpi abitavano circa 7.800 under 14 e 669 over 90 (di questi 11 sono centenari, 10 donne e un uomo). Le famiglie sono 26.339 (circa tremila più che nel 1995), di cui quelle unipersonali (7.071) e quelle composte da due persone (8.074) sono in costante aumento mentre quelle con tre persone sono 5.962. La dimensione media di 2,45 componenti è invariata rispetto al 2004 (era di 3.18 nel 1975, 2.79 nel 1985 e 2.58 nel 1995). 20 famiglie carpigiane hanno più di 10 membri, 461 sono invece quelle con più di sei componenti. Nel centro storico risiedono 3.213 famiglie di cui 1.376 (42,8%) sono unipersonali; nel totale delle frazioni le famiglie ammontano a 4.499, pari al 17,1% del totale cittadino.

Nati e morti
Al 31/12/2005 risultavano residenti 613 bambini nati nel 2005, 7 in meno rispetto ai nati registrati durante l’anno, che sono stati complessivamente 620, pari ad un tasso di natalità del 9,7‰. Tra i nati, 132 (21,3%) hanno entrambi genitori di cittadinanza straniera e 29 un genitore di cittadinanza straniera. I morti registrati nel 2005 sono stati invece 605, pari ad un tasso di mortalità del 9,4‰. Era dal 1978 che a Carpi non si verificavano più nascite che decessi. L’indice di vecchiaia (dato dal numero di over 65 diviso quello degli under 15 moltiplicato per cento), è di 164 ed è in continua discesa dal 1996. Carpi sta lentamente ‘ringiovanendo’. In particolare le aree dove l’indice è più basso sono quelle di via Morbidina, via Remesina interna in direzione di Fossoli e piazzale del Sega a Cibeno.

Immigrati e emigrati
Gli immigrati nel 2005 e residenti al 31/12/2005 sono stati 2.123, di cui 1.046 di cittadinanza italiana e 1.077 straniera. Si tratta del numero più alto registrato negli ultimi trent’anni, uno ogni 31 abitanti. La variazione rispetto l’anno precedente è del 5,05%. Dal territorio nazionale provengono 1.412 persone; 871 dall’Emilia-Romagna con prevalenza dalla provincia di Modena (629) e 189 dalla Campania. Dall’estero provengono invece 656 persone, quasi esclusivamente di nazionalità straniera (615): di questi il maggior numero proviene dall’Asia (339, di cui 270 dal Pakistan). Gli emigrati nel 2005 e non residenti al 31/12/2005 sono stati 1.452 di cui 1.071 (73,8%) di cittadinanza italiana e 381 straniera. La destinazione degli emigrati è soprattutto interna alla regione (890) sia per i cittadini di nazionalità italiana che straniera, con prevalenza della provincia di Modena (485) e di quella di Reggio Emilia (339), seguite dalla Campania (115).

La struttura per età
Considerando la segmentazione per età della popolazione si nota che prosegue l’andamento che ha caratterizzato gli ultimi 20 anni e che porta ad una evoluzione ad ‘albero’ della piramide della popolazione stessa. Questo andamento è dovuto alla bassa natalità che, pur con un recupero negli ultimi anni, rimane sostanzialmente invariata e nel 2005 ha raggiunto il 9,7‰, il valore più alto registrato dal 1977 ad oggi; a livelli di mortalità costanti con conseguente progressivo aumento di presenza di contingenti di età anziana.

La popolazione straniera nel 2005
Gli stranieri residenti anagraficamente a Carpi al 31/12/2005 ammontavano a 5.350; 3.021 di questi erano maschi e 2.329 femmine, con un aumento rispetto al 2004 del 17,29%; costituiscono l’8.3% del totale della popolazione. Il contingente più numeroso è costituito dai cittadini pakistani (1.462), seguito dai cittadini tunisini (731) e marocchini (629). Si consolida inoltre una consistente presenza di donne provenienti da alcuni paesi dell’est europeo, in particolare Ucraina, Moldova, Polonia e Russia (complessivamente 398). Come si può notare dalla piramide per età della popolazione straniera sono presenti a Carpi soprattutto uomini in età lavorativa, anche se continua ad aumentare la presenza di donne e bambini stranieri a seguito dei ricongiungimenti familiari. L’alta natalità delle famiglie straniere (i 132 bambini nati da madre straniera su 620 nati in totale nel 2005 incidono per il 21,3% sulla natalità carpigiana) fa sì che il tasso di natalità della popolazione straniera residente a Carpi ammonti al 26,6‰, a fronte di un tasso di natalità complessivo del 9,7‰. Tra le zone statistiche nelle quali sono percentualmente presenti più cittadini stranieri troviamo quella che comprende la parte della città vicino allo stadio (zona 16, 22 residenti su 100), a seguire la zona 5 di Cibeno e la numero 33: quella invece dove sono meno presenti è quella che comprende la frazione di San Marino, dove solo 1 residente su 100 è straniero.