Home Bologna Nuova edizione dell’iniziativa di ‘chiamata con avviso pubblico’

Nuova edizione dell’iniziativa di ‘chiamata con avviso pubblico’

A partire da lunedì 23 ottobre saranno esposti negli sportelli dei Centri per l’impiego della Provincia (CIP) e dell’Ufficio disabili le offerte di lavoro di aziende obbligate alle assunzioni di disabili ai sensi della Legge 68/99.


Questa procedura di avviamento numerico di lavoratori disabili, definita “chiamata con avviso pubblico”, è prevista dall’articolo 9, comma 5 della
Legge 68/99.
I disabili disoccupati e gli appartenenti alle categorie di cui all’art. 18 Legge 68/99 potranno fornire le proprie disponibilità per le offerte.
L’Ufficio procederà alla formulazione di graduatorie relative alle singole offerte con i nominativi di coloro che avranno aderito. I lavoratori risultanti in posizione utile di graduatoria saranno avviati al lavoro tenendo conto della compatibilità delle mansioni (solo per i lavoratori disabili).
Fino al 3 novembre, i candidati potranno aderire alle offerte di lavoro esposte, con un massimo di 3 opzioni, senza alcun limite territoriale del
CIP di riferimento, compilando un apposito modulo che verrà consegnato dai CIP e dall’Ufficio Disabili.
Al momento dell’adesione il disabile dovrà essere “disoccupato” ai sensi del DLgs. 297/02 e iscritto all’elenco della Legge 68/99 (coloro che non
sono attualmente inseriti nella graduatoria vigente, approvata con gli iscritti al 31/12/2005 saranno considerati in coda agli altri). Il modulo
dovrà essere compilato personalmente dall’interessato, che dovrà dichiarare sia il reddito che il carico familiare dell’anno 2005 per procedere all’aggiornamento del punteggio. I lavoratori risultati in posizione utile di graduatoria saranno avviati numericamente: pertanto, ai sensi dell’articolo 9, comma 4 della Legge 68/99 non possono essere avviati i
disabili psichici, per i quali resta comunque l’opportunità di accesso al percorso tradizionale dell’inserimento mirato.