Home Attualita' Sentenza Ustica: il Consiglio provinciale chiede la riapertura dell’inchiesta

Sentenza Ustica: il Consiglio provinciale chiede la riapertura dell’inchiesta

Il Consiglio provinciale esprime “ancora una volta sentimenti di vicinanza e partecipazione ai familiari delle vittime di Ustica, di fronte ad una
sentenza (quella della Cassazione che ha prosciolto tutti ndr) che lascia totalmente insoddisfatta l’intera società civile”; lo fa in un ordine del giorno presentato da tutti i gruppi di maggioranza e approvato ieri con 17 voti favorevoli (Ds, Margherita, Rc, Verdi) e 7 contrari (An e FI).


L’odg rileva come “la sentenza della Cassazione risulti tristemente in linea con le conclusioni alle quali sono pervenuti i procedimenti relativi
a tante altre stragi rimaste oscure impunite”.
Il documento apprezza la scelta del Governo di equiparare i familiari delle vittime di Ustica a quelli del terrorismo così da garantire loro un pur
parziale indennizzo.
Chiede inoltre al presidente del Consiglio e al Governo di “non lasciare nulla di intentato, anche attraverso una richiesta esplicita alla Nato e al
Governo libico di superare, a ventisei anni di distanza, i segreti di Stato, per arrivare a riaprire l’inchiesta e fare così piena luce e giustizia su questa drammatica vicenda”.