Home Appennino Modenese Un omaggio a Edith Piaf per il concerto inaugurale del ‘Frignano’

Un omaggio a Edith Piaf per il concerto inaugurale del ‘Frignano’

Un “Omaggio a Edith Piaf”, passando per un repertorio di classici della musica francese. Venerdì 22 agosto, alle 21,15 in presso il Cinema Teatro Cabri di Pievepelago, i parigini Nelly Mouroux alla fisarmonica e Didier Mouret al pianoforte inaugureranno la tredicesima edizione del premio letterario “Frignano”, con un concerto dal programma ricco e composito, capace di accostarsi ai gusti degli intenditori ma anche di chi ha meno confidenza con la musica.


Nelly Mouroux si avvicina alla musica a nove anni e nella scuola di Arlette Merlot, professoressa di fisarmonica e piano, conosce Maurice Vittenet, grande fisarmonicista.
A 14 anni entra in un orchestra di fisarmonica come primo solista, imparando a suonare anche l’organo. Per un anno migliora la sua tecnica con Jean-Marc Morroni, grande fisarmonicista classico francese. Dal 2005 ha aperto una bottega di fisarmoniche a Parigi, per conciliare la sua passione per la musica con il lavoro, mentre l’anno successivo registra il suo primo cd Evasion Musette.
Ospite di programmi radio e tv (France Bleue, Et si on dansait…) e di Festival musicali nazionali e internazionali (Festival di Dobbiaco nel 2007, di Goussainville nel 2008), la Moraux è una delle musiciste attualmente più apprezzate in Francia.

Didier Mouret, nato nel 1965 a Parigi, è uno dei pianisti jazz francesi più conosciuti in patria, dove collabora anche per le musiche di numerose trasmissioni televisive, tra cui Taratata, famoso programma musicale del canale televisivo nazionale France 2.
Comincia lo studio del pianoforte a soli tre anni e, in seguito, mostra una predilezione per l’organo. E’ del 1983 il suo primo album, Poursuite, mentre dal 1995 al 1999 diviene pianista di Carole Fredericks, che accompagna in diversi concerti in giro per il mondo.
Attualmente si esibisce spesso al Le Caveau des Oubliettes, uno dei più conosciuti jazz club parigini. Ragazzo prodigio della tastiera, Didier Mouret ha sviluppato uno stile assolutamente originale, distinguendosi anche come compositore.
Nel 2007 ha suonato con San Severino per la cerimonia di consegna dei premi Les Victoires de la Musique, evento annuale che ricompensa i migliori artisti della canzone francese.