Home Reggio Emilia A Casalgrande da maggio 2009 è aperta una sede del Servizio di...

A Casalgrande da maggio 2009 è aperta una sede del Servizio di Guardia Medica

mediciI cittadini residenti nel territorio di Casalgrande che necessitano della Guardia Medica, dal mese di maggio 2009 non sono più costretti a recarsi a Scandiano. Dal 18 maggio scorso è infatti presente una sede del Servizio di Continuità Assistenziale in Via Aldo Moro n. 11 (palazzina sede AVIS ed EMA ambulanze), attiva tutti i giorni feriali dalle 20.00 alle 8.00 e dalle 10.00 del sabato, o prefestivo, alle 8.00 del lunedì o del giorno successivo al festivo.

La Guardia Medica (Servizio di Continuità Assistenziale) è un servizio rivolto alle urgenze.

Il Medico di Continuità Assistenziale effettua tutti gli interventi ritenuti appropriati alle condizioni cliniche dell’utente che hanno determinato la richiesta di intervento,e ne lascia documentazione scritta ad uso del paziente e/o del Medico di Medicina Generale o del Pediatra di Libera Scelta dell’utente.

Come si attiva:

telefonando al numero telefonico unico provinciale 848 800 26. Un sistema telefonico centralizzato, sulla base della residenza del cittadino, devia le chiamate alla sede di Continuità Assistenziale di riferimento.

Per una maggiore tutela dei cittadini e dei medici di turno, le chiamate telefoniche sono registrate e devono riportare i seguenti dati: nome, cognome, età e indirizzo dell’assistito; generalità del richiedente ed eventuale relazione con l’assistito (nel caso di persona diversa), ora della chiamata e sintomatologia.

Il medico è tenuto a segnalare su un registro l’ora dell’intervento (o la motivazione del mancato intervento), la tipologia dell’intervento richiesto ed effettuato. Prescrive soltanto farmaci ritenuti necessari nell’ambito della visita del paziente o la cui interruzione possa aggravarne le condizioni .

Può inoltre rilasciare prescrizioni farmaceutiche per una terapia d’urgenza che copra un ciclo di terapia non superiore a 48/72 ore e può rilasciare certificazioni di malattia per il lavoratore per un massimo di 3 giorni, ma sempre inerenti alla patologia evidenziata dal medico di guardia.