Home Attualita' Reggio: 16ma Giornata mondiale per l’Alzheimer

Reggio: 16ma Giornata mondiale per l’Alzheimer

Alzheimer - Giornata mondialeLa demenza è una malattia che colpisce non solo il malato, ma l’intero contesto familiare, per le complesse ripercussioni dovute ad una progressiva perdita delle facoltà mentali, relazionali ed affettive da parte di chi ne è affetto. Il Comune di Reggio Emilia, nell’ambito dei progetti e servizi distrettuali dedicati alle demenze, da alcuni anni ha attivato una convenzione con l’associazione italiana Malattia di Alzheimer (Aima) per il Centro di ascolto presso il Centro Demenze di Albinea, che risponde alle esigenze delle famiglie, con l’obiettivo di facilitarne le scelte e i percorsi assistenziali. Dal 2008, inoltre, Comune di Reggio Emilia (capofila dell’ambito distrettuale) ha attuato con Aima il progetto “Caffè Incontro”, ispirato alla positiva esperienza europea dei cosiddetti “Caffè Alzheimer”. In quattro luoghi del Distretto di Reggio Emilia, sono stati attivati spazi per momenti di socializzazione e integrazione, rivolti a malati e familiari.

In occasione della 16ma Giornata mondiale per l’Alzheimer e nell’ambito del progetto “Caffè incontro”, Comuni del Distretto di Reggio Emilia e Aima propongono per sabato 19 settembre, dalle ore 9 alle 13, due “Aperitivo Incontro” nel centro della città, in piazza Prampolini e in piazza Martiri del 7 Luglio. Insieme a familiari e volontari, “Per non dimenticare chi dimentica” (questo il motto che accompagna l’iniziativa) ai cittadini sarà offerto un aperitivo che ricorda la rituale merenda offerta a conclusione degli incontri nei ‘Caffè’, insieme a sacchetti di lavanda e materiale informativo su Aima.

Contemporaneamente, la stessa iniziativa sarà proposta a Correggio, in corso Mazzini, a Bagnolo in Piano, in piazza Garibaldi (angolo Torrazzo) e a Puianello, nell’ambito del mercato settimanale.

“Dobbiamo operare perché quella che per la sua diffusione si può ormai definire la patologia del 21mo secolo e i problemi che ne derivano per le famiglie non restino chiuse all’interno delle mura domestiche, ma diventino un bisogno espresso. Solo così si può creare quella rete di protezione sociale che consente di gestirne le conseguenze.”

È con queste parole che l’ assessore Politiche sociali, Lavoro e Salute del Comune di Reggio Emilia Matteo Sassi ha motivato e presentato oggi alla stampa le iniziative della Giornata mondiale per l’Alzheimer e i servizi attivi a Reggio Emilia, insieme alla responsabile dell’Ufficio di Piano del Comune di Reggio Emilia Silvia Guidi e alla presidente di Aima Simonetta Cavalieri.

Per sua natura, la demenza è una patologia correlata all’età e difficilmente diagnosticabile. Spesso può infatti essere conclamata solo quando è ormai in uno stadio di non ritorno. In seguito a studi sulla sua diffusione a Reggio emilia, si presume che circa il 40% dei soggetti con età superiore agli 80 anni presenta ‘decadimento cognitivo’ (in particolare demenza di Alzheimer) e che essa è tra le patologie più frequenti nelle strutture per anziani del Distretto di Reggio Emilia (circa il 60% degli anziani presenti).

Nella provincia, i Centri Demenze rappresentano il riferimento per la diagnosi e il trattamento a domicilio di questa patologia per anziani. Nel 2008, i centri Demenze della provincia hanno effettuato 7.899 visite, di cui 2.057 prime visite, con un trend in costante aumento anno per anno (6.789 visite, di cui 1.924 prime visite nel 2007; 5.742 visite, di cui 1.789 prime visite nel 2006; 4.602 visite, di cui 1.323 prime visite nel 2005). Nella provincia di Reggio Emilia il numero di prime visite rapportate al numero di abitanti con età inferiore a 75 anni è uno dei più alti in regione e il tasso dei pazienti presi in carico è il più alto in assoluto.

Nel Distretto di Reggio Emilia sono operativi:

– il Centro demenze di Albinea (sanitario) che nel 2008 ha effettuato 3.005 visite;

– i Nuclei speciali demenze (10 posti presso RETE e 7 posti presso il pensionato San Giuseppe di Albinea – socio-sanitari) per anziani dementi con gravi disturbi comportamentali, che hanno effettuato nel 2008 n. 34 ricoveri;

– il Centro diurno demenze (RETE – Stella Polare, sociosanitario, con 15 posti) per anziani con gravi disturbi comportamentali;

– il Centro di ascolto di Albinea, in collaborazione con Aima, per i familiari, ove reperire informazioni sulle risorse e i servizi del Distretto, appuntamenti per consulenze specialistiche sui problemi dell’assistenza, supporto psicologico ai familiari. Nel 2008, 183 utenti hanno usufruito delle iniziative formative del Centro e 130 utenti dei gruppi di sostegno.

Nel 2008, i ‘Caffè incontro’ realizzati in alcuni centri sociali di Reggio, Montecavolo e Bagnolo sono stati frequentati da 70 utenti.

L’associazione italiana Malattia di Alzheimer (Aima)

Presente a Reggio Emilia dal 1997, aiuta le famiglie dei malati esprimendone le principali necessità e offrendo servizi per sostenerle e accompagnarle nel faticoso lavoro di cura, realizzando così una rete di solidarietà e aiuto che “fa la differenza” per le famiglie e i malati.

Aima promuove attività rivolte a familiari, malati e operatori: consulenze psicologiche, legali, ambientali, gruppi di sostegno, supporto e assistenza domiciliare gratuiti, stimolazione psico-motoria e cognitiva per i malati, corsi di formazione e informazione sulle diverse problematiche della malattia.

Informazioni: Centro di Ascolto Aima, tel. 0522 348813, lunedì e martedì dalle 9.30 alle 12.30, mercoledì e venerdì dalle 16 alle 19.