Home Attualita' Proseguono a Maranello prevenzione e controlli contro la guida in stato di...

Proseguono a Maranello prevenzione e controlli contro la guida in stato di ebbrezza

autoveloxHanno fatto molte domande sul consumo di sostanze alcoliche e sulle conseguenze che queste hanno sull’organismo i circa 500 giovani che nella notte tra venerdì e sabato sono stati contattati dagli operatori dell’Avap, della Croce Rossa, dei Volontari per la Sicurezza e della Corpo Unico di Polizia Municipale dei Comuni Modenesi del Distretto Ceramico all’interno di alcuni locali pubblici e discoteche, nell’ambito del progetto di prevenzione condotto per il terzo anno consecutivo a Maranello in collaborazione con l’Associazione vittime della Strada.

I ragazzi presenti nei locali Chalet del Parco, Pepita, Made in Red, Felix e Pergola dei Glicini, oltre a sottoporsi di buon grado al test dell’etilometro prima di mettersi alla guida, hanno anche chiesto alla Polizia Municipale informazioni in merito alle sanzioni previste per la guida in stato di ebbrezza, con particolare riferimento alle ipotesi in cui è previsto il ritiro, la sospensione della patente di guida, la confisca del veicolo.

L’invito che gli operatori hanno fatto ai giovani e stato quello di scegliere un “Tutor” (una persona che si sarebbe dovuta occupare di accompagnare gli altri a casa e che perciò non avrebbe dovuto bere).

I controlli effettuati successivamente su strada fino alle 4 del mattino hanno dimostrato che il messaggio è stato raccolto: tra le 78 persone che nel corso della serata si sono sottoposte al test dell’etilometro nessuna è risultata positiva, segno che le campagne di prevenzione stanno funzionando.

Nel corso della notte la Polizia Municipale ha effettuato controlli di polizia stradale, anche con l’utilizzo di autovelox e telelaser. In questo contesto si è rilevato che il rispetto dei limiti di velocità rimane di gran lunga l’infrazione più commessa: nel corso della notte sono stati sanzionati 26 conducenti, di cui ben 22 per il mancato rispetto dei limiti di velocità. Tre le patenti ritirate e due i veicoli sottoposti a sequestro.

Gli incidenti stradali sono la prima causa di morte tra i giovani. L’iniziativa si propone di contrastare questo fenomeno e ridurre l’incidentalità provocata dalla guida in stato di ebbrezza, consentire ai giovani di divertirsi nei fine settimana in tutta sicurezza ed incoraggiare comportamenti responsabili in termini di alcol e guida.