Home Reggio Emilia Ecco come cambiano le scuole superiori a Reggio

Ecco come cambiano le scuole superiori a Reggio

Si sono conclusi questa mattina i lavori della Conferenza provinciale di coordinamento, l’organismo interistituzionale (è composto dai sindaci dei Comuni capi-distretto, dai dirigenti scolastici e dall’Ufficio scolastico provinciale, ex Provveditorato) che la Provincia presiede ed attraverso la quale – in base alla Legge regionale 12 del 2003 – concerta le politiche di programmazione scolastica.

Come noto, in queste ultime settimane, la Provincia – che sull’argomento si è confrontata anche con i sindacati – era chiamata a “tradurre” in ambito locale le direttive della riforma della scuola secondaria di secondo grado e della programmazione dell’offerta formativa, di cui si discute dallo scorso anno, ma che è stata approvata dal Consiglio dei ministri soltanto il 4 febbraio scorso ed i cui decreti non sono stati ancora pubblicati. La riforma Gelmini – che propone scelte precise che in questo momento non è stato possibile approfondire o cambiare per mancanza di tempo e di chiarezza – riduce tra l’altro la frammentazione degli indirizzi delle superiori, portandoli dai circa 900 oggi presenti sul territorio nazionale (nella nostra provincia circa 200) a 23 soltanto: 6 indirizzi liceali, 11 tecnici e 6 professionali.

Gli studenti reggiani, secondo la proposta ratificata questa mattina a Palazzo Allende dai rappresentanti delle scuole e degli enti locali e che diventerà esecutiva la prossima settimana con una delibera della Giunta provinciale, potranno contare su tutti gli indirizzi previsti dalla riforma Gelmini, tranne tre dell’area tecnica: Trasporti e logistica; Grafica e comunicazione; Chimica, materiale e biotecnologia.

Ecco, istituto per istituto, i nuovi indirizzi della scuola secondaria reggiana.

Ariosto-Spallanzani (liceo): Classico e Scientifico.

Moro (liceo): Scientifico; Scientifico opzione Scienze applicate; Linguistico.

Canossa (liceo): Scienze umane, Scienze umane opzione Economico-sociale; Linguistico.

Zanelli (liceo, tecnico e professionale): Scientifico opzione Scienze applicate; Agraria, agroalimentare e agroindustria con due articolazioni (Produzioni e trasformazioni e Gestione dell’ambiente e del territorio); Servizi per l’agricoltura e lo sviluppo rurale.

Scaruffi-Levi-Tricolore (tecnico): Amministrazione, finanza e marketing con due articolazioni (Servizi informativi aziendali e Relazioni internazionali per il marketing).

Secchi (tecnico): Costruzioni, ambiente e territorio.

Nobili (liceo e tecnico): Scientifico opzione Scienze applicate; Meccanica, meccatronica ed energia; Elettronica ed elettrotecnica; Moda (tessile e abbigliamento).

Bus Pascal (liceo e tecnico): Scientifico opzione Scienze applicate; Artistico con indirizzo grafica; Informatica e telecomunicazioni; Amministrazione finanza e marketing (Relazioni internazionali per il marketing).

Chierici (liceo): Artistico con due indirizzi: design e architettura-ambiente.

Don Iodi (professionale): Servizi socio-sanitari e Servizi commerciali.

Filippo Re (professionale): Servizi commerciali.

Lombardini (professionale): Manutenzione e assistenza tecnica tanto a Reggio quanto a Guastalla.

Galvani (professionale): a Reggio Produzioni industriali e artigianali; Servizi socio-sanitari con due articolazioni (ottico e odontotecnico). A Sant’Ilario Produzioni industriali e artigianali.

Motti di Reggio Emilia (tecnico e professionale): Turismo; Enogastronomia e ospitalità alberghiera; Servizi commerciali.

Motti di Castelnovo Monti (professionale): Servizi per l’agricoltura e lo sviluppo rurale; Enogastronomia e ospitalità alberghiera; Servizi socio-sanitari; Manutenzione e assistenza tecnica.

Cattaneo-Dall’Aglio di Castelnovo Monti (liceo e tecnico): Scientifico; Linguistico; Scienze umane opzione Economico-sociale; Amministrazione, finanza e marketing; Costruzioni, ambiente e territorio; Elettronica ed Elettrotecnica.

Gobetti di Scandiano (liceo, tecnico e professionale): Scientifico; Amministrazione, finanza e marketing; Meccanica, meccatronica ed energia; Servizi socio-sanitari; Manutenzione e assistenza tecnica.

D’Arzo di Montecchio (liceo, tecnico e professionale): Scientifico; Amministrazione, finanza e marketing; Elettronica ed elettrotecnica; Meccanica, meccatronica ed energia; Manutenzione e assistenza tecnica.

Liceo Corso di Correggio (liceo): Classico e Scientifico.

Einaudi di Correggio (tecnico): Amministrazione, finanza e marketing con due articolazioni (Servizi informativi aziendali e Relazioni internazionali per il marketing); Costruzioni, ambiente e territorio; Meccanica, meccatronica ed energia.

Ipsia-Ipa di Correggio (professionale): Servizi per l’agricoltura e lo sviluppo rurale; Enogastronomia e ospitalità alberghiera; Manutenzione e assistenza tecnica.

Russel di Guastalla (liceo, tecnico e professionale): Scientifico; Scienze umane con opzione Economico-sociale; Amministrazione, finanza e marketing (Relazioni internazionali per il marketing); Meccanica, meccatronica ed energia; Costruzioni, ambiente e territorio; Servizi socio-sanitari; Servizi commerciali.

La presidente Masini: “Novità possibili solo dal 2011-2012” – “Non è la situazione che avremmo voluto, ma non abbiamo avuto alternativa – ha dichiarato la presidente della Provincia, Sonia Masini – Potremo fare nuove proposte per arrivare a cambiamenti nell’anno scolastico 2011-2012, così da cogliere con maggiore puntualità le esigenze delle scuole. Apriremo pertanto presto una fase di ascolto e discussione tra tutti i soggetti interessati. Al momento però vanno informate in modo esauriente le famiglie dei circa 4.500 ragazzi che frequentano la terza media e che entro il 26 marzo sono chiamati ad iscriversi alle superiori”.

“Si tratta di una scelta importantissima per tutti questi giovani e la Provincia continuerà ad essere al loro fianco con la nostra attività non solo di programmazione, ma anche di orientamento, che da tempo fornisce un aiuto davvero prezioso alle famiglie reggiane”, conclude la presidente Masini. Dalla prossima settimana, attraverso Polaris, la Provincia inizierà dunque una serie di incontri informativo-orientativi in ognuno dei distretti (e dunque a Castelnovo Monti, Correggio, Scandiano, Guastalla e Montecchio) e in quattro diverse sedi a Reggio Emilia.