Home Ambiente Carpi amplia la raccolta ‘di porta in porta’

Carpi amplia la raccolta ‘di porta in porta’

Dal 3 maggio anche la zona di Carpi ovest sarà interessata dalla raccolta differenziata domiciliare ‘porta a porta’. Con questa procedura i rifiuti delle aziende e delle abitazioni della zona ovest della città, debitamente separati, vengono ritirati direttamente presso aziende ed abitazioni in giorni ed orari prestabiliti. Una scelta, quella fatta da Comune ed Aimag nel 2006 e diventata realtà con un indiscutibile successo, che da più parti viene studiata come esempio da imitare.

Saranno interessate in questa fase 400 aziende e 100 famiglie, che si andranno ad aggiungere ai circa 39.000 residenti e alle 2.160 attività già coinvolti via via nell’iniziativa. La zona interessata da questo ampliamento è quella delimitata a nord da via Guastalla, a est dalla Tangenziale Bruno Losi, a sud da via Ferdinando Castellani Tarabini (la strada di ingresso all’A22), a ovest dall’autostrada A22. Famiglie e titolari di aziende sono già stati contattati direttamente da operatori o incaricati di AIMAG, per raccogliere le esigenze delle ditte in termini di dotazioni e per illustrare tutti i particolari utili da conoscere su questa iniziativa.

“Grazie al contributo delle zone già servite dalla raccolta domiciliare – spiega l’assessore all’Ambiente Simone Tosi – Carpi ha raggiunto, a fine 2009, il 57% di raccolta differenziata. Con il ‘porta a porta’ si è verificato anche nella nostra città che è possibile superare il 75%. Questo ci permetterà non solo di tutelare l’ambiente, ma di prolungare la vita delle discariche”.

Per informazioni, numero verde 800-018405.