Home Ambiente L’Amministrazione di Cadelbosco di Sopra circa la situazione della ditta Sabar nel...

L’Amministrazione di Cadelbosco di Sopra circa la situazione della ditta Sabar nel territorio

L’Amministrazione comunale di Cadelbosco di Sopra informa i Cittadini che, in merito a un eventuale impianto sul territorio comunale per la produzione di energia elettrica derivante dalla combustione di biomasse vegetali (sfalci e potature di giardini), nessuna autorizzazione è mai stata rilasciata e nessuna interrogazione è giunta ad oggi a questa Amministrazione in merito a un ipotetico progetto di impianto di cogenerazione a biomasse.

L’Amministrazione chiarisce inoltre che alla ditta Sabar è stata concessa solo ed esclusivamente la possibilità di realizzare un impianto di recupero di sfalci e potature, attraverso un sistema di essicazione (non combustione), e la realizzazione di una serra che utilizza il calore residuo per la coltivazione di basilico.

Le attività da svolgere sull’area di proprietà di Sabar, sita nella frazione di Villa Seta al confine con il Comune di Novellara, sono state oggetto di una convenzione tra il Comune di Cadelbosco e Sabar stessa, approvata con deliberazione del Consiglio comunale, n.15 del 28 marzo 2007, e successivamente con deliberazione n.38 del 2 dicembre 2007, che stabiliscono le precise attività da svolgere su quell’area.

Si ribadisce quindi che nessuna autorizzazione è stata rilasciata per altre tipologie di impianto.

Qualsiasi modifica alle attività previste nelle deliberazioni sopra citate dovrà essere autorizzata dal Consiglio comunale e sarà condivisa con i Cittadini, così come avvenuto finora, nell’ambito di un chiaro quadro pianificatorio a livello provinciale in merito alla gestione dei rifiuti e degli impianti per le energie alternative.