Home Bologna ‘Col video si parla!’: domenica la proiezione a Bologna

‘Col video si parla!’: domenica la proiezione a Bologna

ADV


Domenica 18 dicembre alle ore 18.00 presso lo spazio “Capo di Lucca – dove scorrono le idee”, in via Capo di lucca 12 a Bologna, ci sarà la proiezione aperta al pubblico del video: “COL VIDEO SI PARLA!”. Si tratta di tre video storie raccontate dai ragazzi che hanno partecipato al corso gratuito tenutosi nei mesi di giugno e luglio scorsi, presso la sede del Centro Interculturale Zonarelli, e che rappresentano le nuove generazioni di stranieri residenti nel territorio italiano, e in particolare a Bologna.

Il corso “Col video si parla!”, organizzato dall’associazione culturale Cronos Film in collaborazione con il Centro Interculturale Zonarelli – Comune di Bologna, ha visto coinvolti una decina di ragazzi, provenienti dalle scuole medie e superiori, che hanno realizzato tre video documentaristici biografici.

Il corso, che è stato finanziato dalla Fondazione Unipolis nell’ambito del progetto “Le chiavi del sorriso” del 2011, ha fornito strumenti tecnici, in seguito ad un ciclo di lezioni teorico-pratiche: con questo bagaglio i ragazzi, affiancati dai tutor, hanno formato tre mini troupe e si sono messi alla prova nel raccontare amici o conoscenti, accuratamente selezionati, con un breve documentario ad intervista.

Marietou e Daniela, hanno scelto di intervistare David, un ragazzo loro coetaneo con la passione per il Rap. Morad e Souleymane, hanno deciso di raccontare la storia insolita dello stesso Morad, che ha vissuto in una comunità socio-educativa. Infine Aida e Mariem sono andate a scavare nei ricordi di gioventù della “zia” vicina di casa italiana.

Verrà distribuito gratuitamente, durante la presentazione ufficiale domenica 18 dicembre, anche il dvd che raccoglie tutti i video della durata di circa 30 minuti. Sono previste inoltre ulteriori proiezioni aperte al pubblico, in sedi diverse, con lo scopo di far conoscere l’esperienza, diffonderne i principi e promuovere l’opera dei ragazzi.

A fare da cornice dell’evento, verrà allestita l’esposizione fotografica integrAzione inCorso, con gli scatti realizzati dagli allievi partecipanti a due precedenti corsi di fotografia di base dal titolo Stories, organizzati da Cronos Film. In questo percorso per immagini la fotografia si mostra come un efficace strumento di abbattimento dei confini nel confronto tra multiculturalità mescolata alla geografia, com’è per Bologna.

Sulla scia del successo di questi corsi, Cronos Film, proseguendo nell’impegno a favore della cultura cinematografica e del dialogo sociale, presenterà in anteprima anche un nuovo workshop aperto al pubblico dal titolo “VIDEOMAKING 2.0 Per-corsi d’acqua” rivolto a tutti coloro che sono interessati alla ripresa e al montaggio audiovisivo digitale e alla promozione dei propri lavori sul web.

Il workshop, organizzato in sinergia con “Capo di Lucca – dove scorrono le idee” e in collaborazione con Ser Data e l’associazione Crudo, si terrà il 20, 21 e 22 gennaio 2012 e sarà incentrato sul tema dell’acqua a Bologna con i suoi canali e i suoi navigli, tema suggerito direttamente dal luogo in cui si svolgeranno le lezioni, lo spazio Capo di Lucca appunto che per l’occasione presenterà anche le attività del prossimo anno.

A conclusione dell’appuntamento verrà gentilmente offerto ai presenti dall’associazione Cronos Film un ricco buffet.

Morad

A sedici anni in comunità socio-educativa: non significa essere colpevoli, significa essere in attesa. Almeno per Morad, che trascorre le sue giornate in questa comunità con altri ragazzi suoi coetanei.

Decide di prendere parte al corso “Col video di parla!” per imparare un nuovo linguaggio e scopre di voler parlare di se stesso, per raccontare una esperienza diversa, una esperienza personale.

Il documentario che risulta dall’incontro e dal confronto con Souleymane, è un dialogo aperto tra due stili di vita che, seppure lontani, sapranno sempre incontrarsi dietro un pallone o ai bordi di un tavolo da ping pong.

Un progetto Cronos Film

In collaborazione con il Centro Interculturale Zonarelli – Comune di Bologna

Con il sostegno di Fondazione Unipolis – Le chiavi del sorriso

Soggetto e sceneggiatura Morad Ben Messaoud e Souleymane Diasse

Riprese e montaggio Morad Ben Messaoud e Souleymane Diasse

Tutor Filippo De Palma e Rita Andreetti

Coltiviamoci assieme

Lella è un ex insegnante di italiano dalla storia appassionante: partendo dalla Sicilia, sua regione d’origine, passando per le scuole dove ha insegnato e i movimenti culturali e politici ai quali ha partecipato, è arrivata a Bologna e ha fondato Annassim.

L’associazione Annassim si muove sul territorio con diversi progetti con l’obiettivo di “far uscire di casa” le donne extracomunitarie; tra questi progetti, Coltiviamoci Assieme, un piano di orti pubblici affidati alla gestione delle donne dell’associazione che ha permesso loro di curarne la nascita, la crescita e coglierne i frutti sia materiali che di convivenza sociale.

Il documentario sbircia nell’attività composita di questa associazione, partita dalla scintilla di Lella, che oggi giova dei frutti stimolanti di una collaborazione tutta al femminile.

Un progetto Cronos Film

In collaborazione con il Centro Interculturale Zonarelli – Comune di Bologna

Con il sostegno di Fondazione Unipolis – Le chiavi del sorriso

Soggetto e sceneggiatura Aida Diakhate e Mariem Parracino

Riprese e montaggio Aida Diakhate e Mariem Parracino

Tutor Stefano Grilli

Folc

David è un giovane bolognese con una grande passione: il rap. Il suo nome d’arte è “Folc” ed assieme al suo amico e ad un altro giovane produttore, passa le giornate ad improvvisare davanti al microfono e a scrivere rime.

Ci racconta come è nata la sua passione e quella che è la situazione dei giovani rapper a Bologna: gli scambi, le invidie, le collaborazioni. Un piccolo-grande mondo si muove nel sottobosco della contro cultura giovanile ma l’atteggiamento di Folc e dei suoi amici è lucido e critico. Nessuno si aspetta di sfondare o fare soldi con il rap, come dice lui: “Chi ci ha provato è andato a finire male”… ma questa è un’altra storia!

Un progetto Cronos Film

In collaborazione con il Centro Interculturale Zonarelli – Comune di Bologna

Con il sostegno di Fondazione Unipolis – Le chiavi del sorriso

Soggetto e sceneggiatura Daniela Agbesi e Marietou Diakhate

Riprese e montaggio Daniela Agbesi e Marietou Diakhate

Tutor Matteo Cervellati e Christian Battiferro