Home Politica Roberto Adani per le primarie del PD: “Io voglio provarci”

Roberto Adani per le primarie del PD: “Io voglio provarci”

“Ci voglio provare, voglio candidarmi alle primarie del PD, chiedo l’aiuto degli iscritti e degli elettori del PD per fare in modo che queste primarie siano un ulteriore possibilità di partecipazione e rinnovamento” – così Roberto Adani ex sindaco di Vignola.

“I giornali di questi giorni iillustrano a più riprese un toto candidati per le primarie che riporta gli stessi nomi, sempre più ricorrenti tutte le volte che si gioca sullo scacchiere delle poltrone per i ruoli più importanti di questa provincia. Al dil là che siano queste le candidature più o meno veritiere per le prossime primarie del PD, penso che si dovrà necessariamente prendere coscienza della richiesta di cambiamento in atto.

Le primarie Renzi-Bersani hanno definitivamente seppellito un modo di far politica chiuso nelle segrete stanze di partito, che tenti di gestire la corsa e di equilibrare le tattiche dei capi clan. Questa epoca è finita, definitivamente spazzata via dall’aria nuova del popolo delle primarie che, se gliene si darà l’occasion,e sarà ancora più presente al prossimo appuntamento, nonostante l’aria di festa. Ma festa non è in tante famiglie, che vogliono riappropriarsi di una politica pulita, che metta al centro onestà e competenze di chi si candida. In questo contesto di un turbinio di nomi, che nella maggior parte dei casi si riferiscono a persone che hanno già maturato il diritto ad un qualche vitalizio e che probabilmente ne cercano altri, penso che sarebbe un bel segnale fare un passo indietro, lasciare spazio, finire il lavoro per cui da poco si è stati eletti, aspettare di finire questo lavoro per essere giudicati dagli elettori. Se il quadro sarà questo, ma soprattutto se i metodi saranno quelli di sempre, si sappia che altri si candideranno, il sottoscritto forte della sua esperienza di sindaco e del mio attuale lavoro, fuori dalla politica, ma al fianco delle imprese del territorio per dare un contributo al superamento dell’attuale crisi, ma soprattutto forte della mia battaglia per riportare al centro dei valori del mio partito il tema della legalità e dell’onesta, sarà uno, spero dei tanti, che ci proverà. Rimango quindi in attesa delle regole nella speranza che anche questa volta, le primarie siano un occasione vera per dare nuova linfa vitale al PD. Io da parte mia vorrò provarci”.