Home Appuntamenti Mercoledì a Vignola serata benefica a favore della fondazione ANT

Mercoledì a Vignola serata benefica a favore della fondazione ANT

boccale-birraMercoledì 24 luglio a Vignola – presso il parco della Biblioteca, in Via F. Selmi – si svolgerà “birrANTiamo”, una serata organizzata dalla Fondazione ANT Italia Onlus Delegazione di Vignola, per raccogliere fondi a sostegno dell’assistenza domiciliare gratuita ai malati di tumore e dei progetti di prevenzione oncologica portati avanti sul territorio.

La serata avrà inizio alle ore 20 con l’apertura dello stand gastronomico gestito dai Volontari ANT, che offriranno piadine, tigelle, birra e coca alla spina. Alle 21 al via lo spettacolo della band “I NSMGA Non siamo mica gli americani” Tribute Live Vasco Rossi.

L’evento – patrocinato da Comune di Vignola e Vignola Grandi Idee – è realizzato grazie al sostegno di Stefani Group, A tutto Gas, Casa Modena, Big Time Givers e Sid Investigazioni.

Per maggiori informazioni sulla manifestazione è possibile contattare Monica Pioppi (Fondazione ANT) telefonando al numero 346 9614204.

 

La Fondazione ANT

Nata a Bologna nel 1978 per iniziativa dell’oncologo Franco Pannuti, la Fondazione ANT Italia Onlus opera in nome dell’Eubiosia (dal greco antico, “la buona vita”) intesa come insieme di qualità che conferiscono dignità alla vita, dal primo all’ultimo respiro. Dal 1985 ad oggi ANT ha assistito, in modo completamente gratuito, oltre 93.000 Sofferenti oncologici (dato aggiornato al 31 dicembre 2012). In 9 diverse regioni italiane, circa 3.800 malati vengono assistiti ogni giorno a domicilio da 20 équipes di operatori sanitari ANT che assicurano, al Malato ed alla sua Famiglia, tutte le necessarie cure di tipo ospedaliero e socio-assistenziale. Sono complessivamente 421 i professionisti che lavorano per la Fondazione (medici, infermieri, psicologi, nutrizionisti, fisioterapisti, farmacisti, operatori socio-sanitari e funzionari) cui si affiancano circa 1.600 Volontari, iscritti nel registro ANT. Il supporto fornito non è rivolto al solo trattamento medico-palliativistico ma, con un approccio a 360°, affronta ogni genere di problema nell’ottica del “benessere globale” del Malato. La Fondazione ANT non si occupa solo di assistenza domiciliare ma è fortemente impegnata nella prevenzione oncologica con progetti di diagnosi precoce del melanoma, delle neoplasie tiroidee, ginecologiche e mammarie. Nell’ambito del solo Progetto Melanoma, che ha preso il via nel 2004, sono stati visitati 60.670 pazienti in 60 diverse province italiane (dato aggiornato al 31 dicembre 2012). Le campagne di prevenzione si attuano sia presso strutture sanitarie offerte gratuitamente ad ANT, sia negli ambulatori ANT di Bologna e di Brescia, sia all’interno dell’ambulatorio mobile – BUS della Prevenzione. Il mezzo, dotato di strumentazione diagnostica all’avanguardia (mammografo digitale, ecografo e videodermatoscopio) consente di realizzare sul territorio visite di prevenzione nell’ambito dei vari progetti ANT. La Fondazione ANT opera in Italia attraverso un centinaio di Delegazioni, dove la presenza di Volontari è molto attiva. Alle Delegazioni competono, a livello locale, le iniziative di sensibilizzazione e raccolta fondi e la predisposizione della logistica necessaria all’assistenza sanitaria domiciliare. Prendendo come anno di riferimento il 2011, l’attività della Fondazione ANT è finanziata, fatta eccezione per i proventi derivanti da convenzioni con Aziende Sanitarie Locali (ASL) – pari al 14% del totale – per la maggior parte dalle erogazioni di privati cittadini e dalle manifestazioni di raccolta fondi organizzate (56%), dal contributo del 5×1000 (13%) da lasciti e donazioni (10%), dagli enti pubblici (3%), da banche e fondazioni (1%) e infine dalla gestione immobiliare e finanziaria (3%).